70 anni da Gilmour, una carriera solista dopo il mito Pink Floyd: a luglio a Verona

07 marzo 2016 ore 11:35, Americo Mascarucci
David Gilmour compie 70 anni ma non sembra affatto intenzionato ad attaccare le scarpe al chiodo. 
Figlio di un docente all’Università di Cambridge e di una film editor della BBC, David Jon Gilmour è nato nel Cambridgeshire. 
La prima band, "The Rambles", l’ha formata a 16 anni, nel 1962, l’anno successivo si è iscritto a un corso di livello A al College di Arts Technology nel Cambridgeshire. È qui che incontra lo studente d’arte Roger "Syd" Barrett, il "Crazy Diamond" che fonderà i Pink Floyd e che nel 1967, quando già la sua mente consumata dagli acidi cominciava a vacillare, lascerà la band, sostituito proprio dal suo amico David. Un evento che ha cambiato la vita di Gilmour, il suono della band e la storia del rock perché è stata la formazione con lui, Roger Waters, Nick Mason e Richard Wright a firmare gli album, da "Atom Heart Mother" a "Meddle" ad "Ummagumma" e poi "The Dark Side of The Moon", uno degli album più venduti della storia, "Wish You Were Here", "Animals"che hanno trasformato i Pink Floyd in uno dei miti più inossidabili della storia del rock. Sono molti anni che la band non sale sul palco, se si eccettua la reunion del 2005 per Live 8: Richard Wright è morto nel 2008, Waters ha lasciato il gruppo trenta anni fa in un mare di acredine e pesanti vicende legali. Da quel momento, se pur in coabitazione con i Mason e Wright, è stato Gilmour la voce e il leader dei Floyd. 

70 anni da Gilmour, una carriera solista dopo il mito Pink Floyd: a luglio a Verona
David Gilmour suona di tutto, dal basso alla batteria, dalle tastiere all'organo fino al sassofono e al piano, ma è la sua chitarra a essere entrata nella leggenda. 
Continua la sua carriera solista, anche grazie al supporto della moglie Polly Samson, la scrittrice che firma gran parte dei suoi testi e già autrice per i Pink Floyd. Con lei, Gilmour vive in un casa galleggiante sul Tamigi. 
"Rattle That Lock", l’ultimo album uscito il 18 settembre 2015 ha debuttato direttamente al n.1 in classifica in 11 Paesi (tra cui l’Italia) e nella Top 5 in 12 Paesi (tra cui UK e  Stati Uniti). In Italia è stabile da ben 24 settimane nella Top 100 degli album più venduti. 
Il disco, quarto lavoro solista di David Gilmour, è prodotto dallo stesso David e da Phil Manzanera dei Roxy Music. Alla stesura di buona parte dei testi delle canzoni ha partecipato Polly Samson.
Solo due giorni fa è sbarcato in radio "In Any Tongue", il nuovo singolo estratto dall'album "Rattle That Lock", a dimostrazione che David Gilmour, nonostante gli anni passino, si sente a tutti gli effetti un artista ancora in piena attività. 
Dopo il successo dei due concerti in Italia lo scorso settembre, che hanno fatto registrare il "sold out" pochi minuti dopo la messa in vendita dei biglietti, David Gilmour torna nel nostro Paese per due date. L’artista si esibirà, infatti, all'interno della suggestiva cornice dell’Arena di Verona in due concerti in programma il 10 e 11 luglio 2016.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]