Agguato in cornetteria a Napoli, un morto e un ferito con precedenti

07 novembre 2016 ore 16:25, Americo Mascarucci
Cinque colpi di pistola calibro 7,65 sono stati esplosi a Napoli nel quartiere Colli Aminei all'esterno di una cornetteria uccidendo un 28enne e ferendo un amico. 
Gli inquirenti non escludono che possa trattarsi dell’ennesimo regolamento di conti nella cornice della malavita organizzata. 
L'agguato è stato messo a segno intorno alla mezzanotte nei pressi di un bar-cornetteria di viale dei Pini.
I due sono stati prontamente soccorsi e trasportati verso l’ospedale Cardarelli.
Uno è deceduto durante il trasporto in ospedale essendo stato ferito mortalmente, mentre l'amico, ferito di striscio alle natiche, non sarebbe in gravi condizioni.
Il locale è sprovvisto di telecamere di sorveglianza quindi è impossibile poter visionare immagini che possano ricondurre agli esecuotori del raid sanguinario. 

Gli inquirenti starebbero indagando sui presunti rapporti di uno dei due con ambienti della malavita organizzata del quartiere Sanità.
Agguato in cornetteria a Napoli, un morto e un ferito con precedenti
L'agguato avrebbe infatti tutta l'aria di essere un regolamento di conti fra clan rivali, anche se i due, pur essendo già noti alle forze dell'ordine per vari reati, non apparterebbero organicamente alla camorra.
Entrambi furono arrestati dalla Polizia poichè responsabili di un’aggressione aggravata a sfondo razziale nei confronti di un cittadino italiano di origini brasiliane avvenuta ai Colli Aminei e per un tentativo di estorsione ai danni di un 19enne. 
La vittima inoltre fu arrestato per il furto di uno scooter e per sfuggire all'arresto tentò di nascondersi in una sala scommesse dove fu raggiunto e arrestato dagli agenti.
Da qui ad etichettarli come camorristi però ce ne corre. 
Ecco perché gli inquirenti stanno mantenendo il più stretto riserbo sulla vicenda senza escludere nessuna pista


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]