Senato, ribellione azzurra: niente numero legale sul Jobs Act

07 ottobre 2014 ore 10:54, intelligo
Senato, ribellione azzurra: niente numero legale sul Jobs Act
Il passaparola era stato avviato da giorni, la ribellione era nell'aria. Da tempo Forza Italia offriva il suo soccorso azzurro per sostenere il numero legale della maggioranza a Palazzo Madama, complici le tante assenze nel gruppo del Pd.  Un sostegno su cui da tempo l'ala critica del partito di Piazza San Lorenzo in Lucina esprimeva perplessità, con Cinzia Bonfrisco uscita allo scoperto sul problema già due settimane fa. Questa mattina dalle parole si è passati ai fatti. Dei circa 30 senatori di Forza Italia presenti molti hanno marcato visita al momento della verifica del numero legale sul Jobs Act. Tra questi la stessa Bonfrisco, tutti i pugliesi legati a Raffaele Fitto, i campani, ma anche Carraro, Caliendo, Pagnoncelli. Era presente anche Scilipoti. Un segnale legato anche al possibile ricorso da parte del governo al voto di fiducia che certo non ha contribuito a stemperare il clima di malumore e a lenire la stanchezza di diversi senatori azzurri rispetto all'opposizione morbida (e "gratuita" a loro dire) all'esecutivo guidato da Matteo Renzi.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]