I democratici hanno sempre dichiarato guerra: lo dice la storia

07 ottobre 2015, Adriano Scianca
I democratici hanno sempre dichiarato guerra: lo dice la storia
Renzi, Pinotti e Gentiloni preparano la guerra? Tra indiscrezioni, smentite, “sì, no, forse, però”, non è ancora chiaro. Ma che l'escalation bellica, nell'ambito della lotta all'Isis, finisca prima o poi per coinvolgerci con un ruolo attivo è praticamente certo. 

Il Pd si troverà quindi a guidare un'intervento armato. Ma non sarebbe la prima volta. Anche la guerra contro la Serbia fu autorizzata, per l'Italia, dall'allora premier Massimo D'Alema: il Pd non esisteva ancora, il Pci non esisteva più, c'era una di quelle sigle che hanno accompagnato gli ex comunisti nella loro trasformazione infine approdata al partito renziano. 

Il punto, però, è che nella storia la sinistra ha sempre predicato la pace e molto spesso ha invece fatto la guerra

Del resto lo stesso Obama non sembra essersi distinto da chi lo ha preceduto nella gestione delle guerre vecchie e nuove. L'unica differenza è che Obama, a differenza di Bush, ha sulla scrivania un Nobel per la pace. E, visto che abbiamo parlato della guerra alla Serbia: chi guidava all'epoca l'intervento anti-Milosevic se non l'America clintoniana, faro per tutte le sinistre continentali? E chi ha seguito gli Usa in tutte le avventure belliche se non Tony Blair, ex premier britannico dei laburisti? 

In Francia, del resto, persino il mite Hollande, uno che è difficile da immaginare nelle vesti di comandante in capo, ha lanciato un'offensiva per lo più tenuta sotto silenzio contro il Mali, quando ha visto che gli interessi francesi nell'area erano in pericolo. 

La storia americana, comunque, è sempre quella che fa testo. Guardiamo alla storia del Novecento: nella Grande Guerra gli Usa ci entrano guidati dall'idealista democratico Thomas Woodrow Wilson. Nella Seconda guerra mondiale è un altro dem, Franklin Delano Roosevelt, a decidere l'intervento. 

E il Vietnam? La guerra sporca e cattiva per eccellenza, contestata nelle piazze di mezzo mondo, da chi partì? Da qualche becero reazionario? Ebbene, benché lo si legga davvero poco in giro, la guerra in Vietnam fu preparata da John Fitzgerald Kennedy e avviata dal suo successore, anche lui democratico ed ex vice proprio di JFK, Lyndon Johnson. Ma non ditelo ai pacifisti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]