Ddl Cirinnà, Manif Pour Tous Italia annuncia: "O crisi di governo o piazza. Pronti ad azioni eclatanti"

07 ottobre 2015, Marta Moriconi
Ddl Cirinnà, Manif Pour Tous Italia annuncia: 'O crisi di governo o piazza. Pronti ad azioni eclatanti'
Il nuovo testo del disegno di legge sulle unioni civili sta spaccando il governo. Il primo a partire è stato Maurizio Lupi, presidente dei deputati Ap, che ha parlato di inaccettabile forzatura. Rimangono infatti in piedi la stepchild adoption e la reversibilità della pensione. E ora? La Manif Pour Tous Italia annuncia battaglia. Lo fa attraverso la voce decisa di Filippo Savarese, suo portavoce. Che lancia su IntelligoNews un avvertimento: "E' pronta una strategia nazionale anti-gender".

Savarese pare che il testo, sostanzialmente, rimanga inalterato, e che Ncd stia alzando le barricate. Un primo commento.

"Noi chiediamo alle forze politiche che nel governo si sono sempre opposte al Ddl di rendere chiaro che la maggioranza entrerà in crisi se si proseguirà su questa strada. Da parte nostra chiediamo a tutte le associazioni per la famiglia e per i diritti dei bambini, di tornare tutti in piazza il prima possibile. Dobbiamo tornare di nuovo in campo. E ' chiaro che quella in corso è la rottamazione della famiglia". 

La piazza come se la immagina questa volta? Troverà i cattolici più uniti?

"La gente si sta sensibilizzando a questo tema, non esagero se dico che saremo il doppio almeno. E avremo anche il doppio del tempo. Probabilmente scenderemo in piazza a novembre".

Rimangono previsti stepchild adoption e reversibilità. Cosa significherebbe in pratica? 

"La stessa Cirinnà dice che la Stepchild adoption è un modo per rispettare la scelta di chi va all'estero a praticare l'utero in affitto e torna in Italia per vedere riconosciuto il figlio che ne è nato. Questa legge porterebbe l'Italia nel grande mercato internazionale dei figli a portar via. E aprirebbe, come è successo in America, ad altre riforme di rivendicazione, in primis la poligamia. Per questo dico che queste unioni civili sfasciano il diritto di famiglia e rottamano il matrimonio portando in Italia il mercato dei figli".

Quindi l'esponente dem Zan che che se la prende con il termine sbagliato "utero in affitto" sbaglia? 

"Sono le associazioni Lgbt che vogliono la stepchild adoption per legittimare le pratiche di utero in affitto ed eterologa a cui ricorrono all'estero perché in Italia sono illegali. Non c'è altro motivo per cui si può volere l'adozione interna ad una coppia di persone dello stesso sesso se non quella di riconoscere i frutti di pratiche illegali qui da noi perché disumane". 

A questo punto la manifestazione del 17 ottobre acquista un peso maggiore...

"Il 17 ottobre a questo punto ufficialmente chiederemo il ritorno in piazza di tutte le associazioni oltre ad annunciare la grande strategia nazionale anti-gender nelle scuole che già stiamo preparando e che porterà davvero alla nascita di un nuovo popolo, un nuovo movimento antropologico e culturale, con cui la politica dovrà fare i conti". 

Si può anticipare qualcosa, saranno azioni eclatanti? 

"Certo. Posso solo dire che metteremo in seria difficoltà il Ministero dell'Istruzione".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]