Ddl Cirinnà, Arcigay: “Manif e guru estremisti continuano a dire bugie. Ncd non farà cadere il governo"

07 ottobre 2015, Lucia Bigozzi
Ddl Cirinnà, Arcigay: “Manif e guru estremisti continuano a dire bugie. Ncd non farà cadere il governo'
“La Manif in piazza col doppio delle persone di San Giovanni? Sarà divertente contarli… I guru estremisti e fanatici stanno continuando a dire bugie. Ai dirigenti della Manif suggerisco…”. Flavio Romani, presidente nazionale di Arcigay commenta l’annunciata mobilitazione della Manif Pour Tous Italia e a Intelligonews spiega cosa c’è nel nuovo testo di legge sulle unioni civili. 

Nuovo ddl Cirinnà, Manif Pour Tous annuncia che porterà in piazza il doppio delle persone presenti a San Giovanni. Come commenta?

«Beh, allora saranno due miliardi rispetto a quelli di piazza San Giovanni… sarà molto divertente contarli. Dopodichè, rispetto al nuovo ddl Cirinnà e la descrizione del testo base, di sicuro ci sarà la reversibilità della pensione, assolutamente sostenibile dalle casse dello Stato come ci ha sempre detto l’Inps affermando che non provocherà nessun tipo di disastro e, aggiungo io, come è giusto che sia. L’altra questione che la Manif volgarmente chiama ‘utero in affitto’ non è mai stata oggetto del ddl Cirinnà. E’ una bugia che la Manif Pour Tous e i vari guru estremisti e fanatici stanno diffondendo da mesi ed è impressionante che riescano nell’intento di credere alle bugie che loro stessi raccontano. Ci sarà, ovviamente, come nel vecchio testo la Stepchild adoption, ovvero la possibilità da parte del genitore non biologico di prendersi la responsabilità genitoriale sul figlio del partner con tutti i doveri connessi e, per quello che sappiamo, tutta la parte fiscale, tributaria e testamentaria, resta come nel vecchio testo: quindi, pari diritti e pari doveri come nel matrimonio»

Sì ma è sull’ambiguità della Stepchild adoption che la Manif ma anche le forze politiche contrarie alla legge individuano l’apripista per la pratica dell’utero in affitto. Cosa risponde?

«No, nel senso che Cirinnà o non Cirinnà, le persone che vorranno andare all’estero dove questo è già legalizzato, cioè dove c’è un controllo rigoroso e totale dello Stato - sto parlando di Usa e Canada -, ecco quelle persone che avvertono un sentimento di genitorialità molto forte, l’avrebbero fatto lo stesso, come del resto finora è accaduto. Può piacere o non piacere ma questo è un altro ambito di discussione; la legge Cirinnà su questo tema non sposta una virgola»

La Manif fa intendere che è pronta ad azioni eclatanti contro il ddl e d’altro canto c’è il diritto democratico a manifestare il dissenso. Qual è la sua valutazione?

«Non so quali siano le azioni eclatanti. La Manif può fare tutte le manifestazioni di piazza che vuole; io consiglierei ai dirigenti della Manif di attenersi alla verità quando danno i messaggi e di evitare il più possibile di prendere in giro le persone per bene che vanno alle loro manifestazioni credendo a cose molto, molto gonfiate»

Manif sollecita le forze politiche della maggioranza contrarie al ddl Cirinnà ad assumere una posizione netta, fino a ipotizzare l’apertura della crisi di governo. Lei ritiene che sia un’opzione possibile e che su questo tema il governo sia a rischio?

«Tutta la normativa sulle unioni civili è stata fin dall’inizio una legge di iniziativa parlamentare, non governativa. Questo perché essendo al governo due forze – Pd e Ncd-AreaPopolare – che la pensano in maniera opposta, sarebbe stato impossibile trovare un testo che mettesse tutti d’accordo. Il governo non c’entra nulla, il governo non ha mai avuto nel suo programma di legislatura un testo sulle unioni civili. Ncd farà quello che riterrà, immagino voterà contro, ma non essendo un tema del programma di governo come dichiarato più volte a detta di Ncd, non intaccherà la maggioranza che regge l’esecutivo. Mi fa specie che la Manif  minacci dei politici e ne faccia un discorso di maggioranza e minoranza, di tenuta del governo. Sanno benissimo che questo ricattino è di bassa lega. Ed è altrettanto chiaro che se queste sono le argomentazioni, sanno già di essere nel torto»
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]