Il mito di James Dean rivive in Life: storia di un'icona senza tempo

07 ottobre 2015, Adriano Scianca
Il mito di James Dean rivive in Life: storia di un'icona senza tempo
Domani, 8 ottobre, esce al cinema "Life", che racconta l'ascesa e la caduta di un mito assoluto del cinema: James Dean. Protagonisti della pellicola sono Robert Pattinson, che interpreta il fotografo Dennis Stock, e Dane DeHaan, nelle vesti del protagonista di “Gioventù bruciata”, che del fotografo fu amico. 

Dall'amicizia fra i due nacque il servizio fotografico che Life pubblicò nel '55, con la celebre immagine della passeggiata sotto la pioggia a Times Square, con l'attore stretto nel suo cappotto e la sigaretta in bocca. 

Nato in una fattoria a Marion, nell'Indiana, James Byron Dean era un ragazzo di provincia all'inizio spaventato e insicuro, ma che nonostante questo riuscì a diventare un'icona pur avendo girato pochissimi film (solo tre da protagonista), tra cui il mitico "Rebel Without a Cause", conosciuto in Italia come "Gioventù bruciata", appunto. 

Oltre che per la bellezza e l'immagine da duro, nonché per l'aura da ribelle che ben incarnava le inquietudini di una gioventù che all'epoca conosceva i suoi primi fermenti di rivolta, Dean è entrato nella leggenda a causa della morte prematura a soli 24 anni, a causa di un incidente stradale. 

È stato il primo attore ad aver ottenuto una nomination postuma al Premio Oscar, per il suo ruolo nel film "La valle dell'Eden". A Dean fu conferito il Golden Globe per il miglior attore nel 1956 (postumo). Ha ottenuto inoltre una candidatura all'Oscar al miglior attore per il film "Il Gigante" sempre postumo nel 1956.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]