Free Basics di Facebook è Rete per tutti, obiettivo: gli Usa “invisibili”

07 ottobre 2016 ore 16:37, Luca Lippi
Mark Zuckerberg vorrebbe puntare a trasformare Facebook in un vero e proprio Internet provider, è questa l’ultima indiscrezione che si legge sul Washington Post.
In sostanza Zuckerberg sarebbe in trattativa con il governo e gli operatori telefonici statunitensi per offrire accesso gratuito a Internet attraverso il suo servizio 'Free Basics'. 
Il programma sarebbe rivolto alle persone meno abbienti del paese e alle aree rurali degli Usa ed è stato già testato nei paesi in via di sviluppo. Non senza polemiche. In India, ad esempio, è stato bloccato dalle autorità perché danneggia il principio di neutralità della rete.
Free Basics fornirà accesso illimitato ad internet nelle aree a basso reddito attraverso degli accordi con gli operatori wireless.
Free Basics è un costola di Internet.org, il progetto che mira a portare il web in tutto il mondo, soprattutto in paesi poco coperti. Offre un accesso gratuito ma parziale, ad alcuni servizi web (news, informazioni sanitarie e di lavoro) dando una certa priorità ai contenuti offerti al social network. Da qui la decisione dell'India di bloccarlo.
L’India, come l’Egitto, avrebbero bloccato il progetto di Free Basics perché porrebbe in una situazione di vantaggio eccessivo, e quindi concorrenza sleale, le società statunitensi nei loro confronti. 

Free Basics di Facebook è Rete per tutti, obiettivo: gli Usa “invisibili”

Il Washington Post riporta che Facebook starebbe parlando con i funzionari del governo degli Stati Uniti, nel tentativo di evitare problematiche simili. 
Operatori come AT&T e T-Mobile offrono già programmi simili, che includono anche offerte specifiche per lo streaming della musica e video.
Non è chiaro però che tipo di offerta ha intenzione di portare Facebook, ma secondo lo stesso sito almeno al momento la società di Zuckerberg non avrebbe parlato con AT&T e T-Mobile, ed ha optato per gli operatori più piccoli.
Secondo un recente studio del Pew Research Center, il 15% degli adulti statunitensi non ha altra fonte, al di là dello smartphone, per accedere al web; e un 48% di quelli che accedono alla rete dal cellulare hanno dovuto sospendere il servizio perché non se lo possono permettere. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]