Bimbo autistico curato "naturalmente" finisce in ospedale: troppa vitamina D

07 ottobre 2016 ore 21:39, Micaela Del Monte
Hanno tentato di curare il figlio autistico di quattro anni con "supplementi olistici", ma il piccolo è finito in ospedale per un intossicazione potenzialmente letale. Accade a Londra dove bambino ha preso per diversi mesi dodici diversi supplementiprescritti da un naturopata, dalla vitamina D al latte di cammello, all'argento ai sali da bagno di Epsom. E' stata proprio la vitamina D, insieme a supplementi a base di calcio, a procurare al paziente un eccesso di questo minerale, che lo ha portato all'ospedale con vomito, perdita di peso e disidratazione. 

Bimbo autistico curato 'naturalmente' finisce in ospedale: troppa vitamina D
Il piccolo è stato ricoverato al pronto soccorso dopo aver perso 3 chili in 3 settimane, e in preda a crisi di vomito e disidratazione. I genitori si sono dichiarati “devastati” dopo aver capito di aver fatto del male al bimbo nel tentativo di migliorare la sua condizione. I medici Catriona Boyd e Abdul Moodambail, scrivendo sul ‘British Medical Journal Case Reports’, hanno raccontato però che la madre ha rivelato solo alcuni giorni dopo l’arrivo al Newham Hospital di aver dato al piccolo questi supplementi. "E' stato solo dopo diversi giorni in ospedale che i genitori si sono decisi a raccontare dei supplementi, che il bimbo prendeva da diversi mesi - racconta alla Bbc Abdul Moodambail, uno dei medici -. Questa è una cosa che ci succede spesso, i genitori pensano che sostanze cosiddette 'naturali' non siano pericolose, ma non è così. E' una situazione comune perché non c'è attualmente nessuna terapia per l'autismo, e quando viene offerta un terapia complementare o alternativa si dà una speranza, che è probabilmente una falsa speranza".

Il paziente è guarito completamente in tre settimane, raccontano i medici, ma la condizione se non trattata può essere fatale.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]