Messina, donna esce dal coma (e canta Baglioni) dopo 45 mesi: "Nessun miracolo"

07 settembre 2016 ore 8:03, Andrea De Angelis
La storia ha dell'incredibile. Non a casa si è subito parlato di "caso unico". Perché la donna era entrata in coma quasi quattro anni fa, alla fine del 2012. Aveva seguito, tanto per farsi un'idea, le Olimpiadi di Londra pochi mesi prima di rischiare di morire. Si è risvegliata quando sono già finite quelle di Rio. 

Rosalba Giusti, palermitana, 68 anni, ha passato gli ultimi 45 mesi della sua vita in coma all'ospedale per neurolesi Bonino Pulejo di Messina, dopo un intervento disperato per la rottura di un aneurisma al cervello subito all'ospedale Civico di Palermo. Una notte, all'improvviso, si è svegliata e ha chiamato per nome l'infermiera di turno. Ora, come racconta "Repubblica Palermo" oggi in edicola, risponde compiutamente alle domande e canta le canzoni di Ranieri e Baglioni.
La specialista che ha seguito il caso dice: "Mai visto un risveglio così in 25 anni di attività". Uno dei più noti neurochirurghi italiani, Renato Scienza, conferma: "Un caso eccezionale che interroga il mondo scientifico".

Messina, donna esce dal coma (e canta Baglioni) dopo 45 mesi: 'Nessun miracolo'
C'è chi grida al miracolo, ma i medici frenano questo tipo di discorso. "Non è' un miracolo - spiega il professore Placido Bramanti, direttore scientifico dell'istituto neurolesi - sono degli eventi prevedibili negli stati vegetativi e per questo motivo sono state istituite delle speciali unità che si chiamano Suap, le Speciali unità di accoglienza permanente', con strutture dedicate per le terapie degli stati vegetativi".
"La vita è adesso", cantava Baglioni trent'anni fa. E ora la donna, come riporta TgCom24, canterebbe volentieri proprio dei brani dell'artista romano. La sua vita, adesso, è ancora più preziosa.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]