Siria, stallo fra Usa e Russia. Ora si teme "l'effetto Clinton"

07 settembre 2016 ore 13:13, Americo Mascarucci
Stati Uniti e Russia non sono riusciti a raggiungere un accordo per dare via a un credibile - quanto urgente - cessate il fuoco in Siria.
Troppi sarebbero i punti di scontro tra le due potenze: l'alleanza di Mosca con Assad, il supporto degli Usa ai ribelliche la Russia considera terroristi a tutti gli effetti; le accuse occidentali a proposito della presenza di armi chimiche nell'arsenale di Assad; un cessate il fuoco che non trova una formulazione accettabile per entrambe le potenze. 
Obama starebbe cercando di raggiungere un accordo prima di uscire definitivamente di scena e anche la Russia pare propenda a raggiungere un compromesso con l'attuale presidente, di cui in linea di massima si conoscono gli orientamenti, dal momento che con il successore tutto potrebbe diventare più difficile. 
Cosa succederebbe nel caso in cui a vincere fosse Hillary Clinton? Tutti sanno quanto l'ex segretario di Stato sia poco propensa verso Mosca e come con lei potrebbe diventare davvero difficile gestire la partita. La Clinton infatti potrebbe irrigidire ulteriormente l'opposizione contro Assad tornando a rifiutare qualsiasi compromesso che non veda la sua definitiva ed indiscutibile uscita di scena.  
Ma sciogliere i nodi non è semplice. 
 
Siria, stallo fra Usa e Russia. Ora si teme 'l'effetto Clinton'
"Abbiamo avuto una conversazione produttiva sulla forma che potrebbe prendere una reale cessazione delle ostilità che consentirebbe a entrambi di concentrarci sui nemici comuni - ha dichiarato Obama - ma il divario delle fiducie non è stato superato in modo che possa funzionare". 
Putin si è invece detto ottimista: "Credo che siamo sulla strada giusta e potremmo, almeno per un certo periodo, mettere in pratica gli sforzi vicendevoli per rendere la situazione in Siria migliore. Possiamo dire che il nostro lavoro reciproco con gli Usa nella lotta al terrorismo, anche in Siria, sarà significativamente incrementato".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]