Campi rom, Di Stefano (CasaPound): "Salvini ha ragione e Boldrini se li prenda a casa sua"

08 aprile 2015, Adriano Scianca
Campi rom, Di Stefano (CasaPound): 'Salvini ha ragione e Boldrini se li prenda a casa sua'
Sta facendo discutere la frase di Matteo Salvini sul fatto che i campi rom vadano "rasi al suolo". Ma Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, dà ragione al segretario leghista: "Ha ragione, i campi rom non devono esistere. De linguaggio che usa non ce ne frega niente". E alla Boldrini, che ha contestato Salvini, replica: "Perché non prende una famiglia a casa sua?". 

Di Stefano, ha letto le parole di Matteo Salvini sui campi rom? 
«Ha ragione Salvini, i campi rom non devono esistere». 

E dei rom che ne facciamo? 
«Quelli stranieri se ne possono andare tranquillamente a casa loro, in Romania, Bulgaria etc. Quelli che hanno la cittadinanza italiana si troveranno invece nella stessa situazione di tanti cittadini italiani in emergenza abitativa. È ovviamente una situazione che va risolta quanto prima e su cui lo Stato deve intervenire, ma non facendo politiche apposite per i rom, come sembra suggerire la Boldrini. È l’emergenza abitativa in sé che deve essere sanata con politiche di edilizia residenziale pubblica e con la nostra proposta del "mutuo sociale". Ovviamente nel caso dei rom bisognerà fare tutte le verifiche del caso, perché certo non si può dare una casa popolare a chi ha la Mercedes parcheggiata in giardino…». 

La Boldrini ha contestato in particolar modo l’espressione “radere al suolo”. Lei lo trova “inquietante”, come ha detto il presidente della Camera? 
«A noi non frega niente del linguaggio. Non è importante il verbo che si usa, ma la sostanza: i campi rom non devono esistere. Del resto lo ha detto anche la Boldrini: “Ritengo che i campi rom non debbano essere mantenuti”. E come fare per non mantenerli? Li si sgombera. E una volta sgomberati delle baracche che ne facciamo, non le radiamo al suolo? Quindi mi sembra una polemica basata sul nulla. La Boldrini ci dica semmai cosa può fare lei su questo tema». 

In che senso? 
«Se ci sono delle emergenze sono le istituzioni, non Salvini (che è il capo dell’opposizione), a dover dare delle soluzioni. E se le soluzioni non ce le hanno facessero almeno silenzio, anziché giudicare il linguaggio altrui. Quanto alla Boldrini, potrebbe magari iniziare a dare il buon esempio ospitando una famiglia rom a casa sua…».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]