Tocca ai lavoratori, 300 rapiti vicino a Damasco dall'Isis: "interrotti i contatti"

08 aprile 2016 ore 11:13, Lucia Bigozzi
Rapiti dai tagliagole dell’Isis mentre stavano lavorando. Così trecento lavoratori siriani impiegati in una fabbrica di cemento non molto distante da Damasco, sono finiti nella rete degli uomini neri del Califfo. Il blitz dei miliziani è scattato vicino a Dumair, a nord-est della capitale della Siria, dove lo Stato islamico ha concentrato proprio in queste settimane la sua offensiva finalizzata alla conquista del territorio. Secondo alcune fonti internazionali, i contatti con gli operai sono stati interrotti e nessuno sa dire quale sarà la sorte delle centinaia di persone prigioniere dell’Isis. La fabbrica si trova a circa 50 chilometri dalla capitale siriana, lungo la strada che conduce all’antica città di Palmira da dove le milizie del Califfo sono dovute scappare incalzate dalla pressione dei soldati che fanno parte dell’esercito governativo. Gli uomini di Al Baghdadi in queste ore stanno lanciato un attacco nella regione di Dumar con l’obiettivo di conquistare una base aerea che risulta strategica per gli spostamenti e gli approvvigionamenti di armi, ma anche una centrale elettrica. Finora ogni tentativo è stato respinto dall’esercito siriano ma la battaglia è durissima. 

Tocca ai lavoratori, 300 rapiti vicino a Damasco dall'Isis: 'interrotti i contatti'
E’ in questo contesto che Staffan de Mistura, inviato speciale dell’Onu con incarico specifico per il “dossier” Siria, continua a cercare una soluzione per risolvere il conflitto e proprio in queste ore ha annunciato l’avvio, anzi la ripresa dei negoziati tra governo e opposizioni che il 13 aprile si ritroveranno a Ginevra. De Mistura, ieri è stato a Mosca e sarà poi in Iran per sondare il terreno e preparare i colloqui preliminari, strategici alla mediazione. Proprio l’Iran in tutta questa partita può giocare un ruolo importante, essendo il Paese che sostiene il presidente siriano Assad. Lo scopo di De Mistura è ambizioso e al tempo stesso complesso: arrivare a una soluzione negoziata che apra la strada alla “transizione politica”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]