Unioni civili, il senatore Endrizzi (5S): "Voterò sì. Ma gioco di gay.it è pessimo: così fanno danni"

08 febbraio 2016 ore 13:04, Lucia Bigozzi
“Voterò a favore della step child adoption, perchè la considero una norma che dà attuazione alla nostra costituzione. In questo senso lo considero un voto di coscienza. Non una espressione che mi “libera”, ma che laicamente e giuridicamente mi vincola”. Giovanni Endrizzi, senatore 5Stelle conclude così una lunga riflessione sul ddl Cirinnà e il controverso punto della stepchild adoption in un post pubblicato oggi sul suo profilo Facebook. Il suo nome è comparso sul sito Gay.it nell’elenco dei senatori grillini considerati “perplessi” alla vigilia del voto in Aula. Intercettato da Intelligonews a Palazzo Madama, Endrizzi ribadisce la sua posizione.

Come valuta il “gioco” lanciato da Gay.it sulla ‘caccia’ al senatore malpancista 5S?

«E’ un pessimo esempio di stampa e un pessimo esempio di strategia, perché stanno facendo danni. Per quanto riguarda la mia posizione sul ddl Cirinnà e l’articolo sulla stepchild adoption articolo e spiego la mia posizione nel post sul mio profilo Facebook. Finora non sono intervenuto perché lo ritenevo non necessario dal momento che le cose sono molto chiare tra noi del Movimento e solo la stampa ha alimentato ad arte il fatto di farci passare come spaccati. Il motivo è semplice: questo faceva e fa comodo al Pd, ovvero far passare il M5S come diviso su questo tema. Poi ho deciso di intervenire perché il gioco del Pd è quello veicolare che siamo noi spaccati,  noi mentre la verità è che sono proprio i parlamentari del Pd ad esserlo sulla stepchild adoption. Si vada a leggere il mio post su Facebook e lì troverà spiegata chiaramente la mia posizione».

Ecco il post del senatore Giovanni Endrizzi: 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]