Salvare i vecchi e fare figli: l'allarme di Gotti Tedeschi contro la bioetica moderna. E al Papa...

08 gennaio 2014 ore 18:21, Marta Moriconi
Salvare i vecchi e fare figli: l'allarme di Gotti Tedeschi contro la  bioetica moderna. E al Papa...
Ti abortisco? Non solo ti impedisco di nascere, ma “genero” (sì, è un controsenso) il suicidio negli anziani.
Sembrerebbe una frase forte, senza alcun fondamento scientifico. Ma a chiarire questo ragionamento, sviluppato con estrema lucidità, è stato l’economista e già presidente dell'Istituto per le Opere di Religione Ettore Gotti Tedeschi. Che avverte di aver cercato di spiegare spesso che controllando le nascite si sarebbe arrivati a dover controllare anche le morti. Qualcosa che il banchiere, fa intuire, gli è costato molto caro professionalmente. Quanto ben descritto e "condannato" da Gotti Tedeschi su Sussidiario.net, è una sorta di “economia dell’infelicità”, cioè non quella per il benessere dell’uomo (in tutte le sue fasi evolutive quindi) ma per uno “sviluppo insostenibile degli anziani”… che per Gotti Tedeschi era già tutta descritta nell’Humanae Vitae di Paolo VI. Il concetto è presto spiegato. Si è creato nei vecchi, messi all’indice per improduttività  e considerati un costo, quella sensazione di rappresentare un problema per le famiglie e poi anche per se stessi. L’etica relativistica gli ha inviato messaggi precisi legati alla loro inutilità, eliminando in questo modo anche un problema “politico”: tanti elettori, che rappresentano un bacino elettorale consistente, sono portati a decidere “di farsi fuori da soli”. Ma dopo la pars destruens, quella costruens. Per l’economista, sviluppando le nascite si risolverebbe il problema, perché si ammortizzerebbero i costi e il ciclo produttivo sarebbe salvo. Per questo fa un ulteriore passo, quasi un appello suggerendo una nuova Enciclica sul valore della vita e della morte, passaggio per la vita eterna. In un mondo dove vige il primato dell’economia sull’uomo (dove si pensa di legalizzare la cannabis per non lasciare il suo commercio alla criminalità, dove il gioco d’azzardo è “di Stato”, dove le coppie gay devono sposarsi anche perché le entrate fiscali aumenteranno), non stupisce anche questo allarme. Per dirla come ha ben fatto Gotti Tedeschi  “non siamo lontani da una nuova etica di vita e di morte”… non più cristiana, aggiungiamo noi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]