Il "peso" del Natale è 2 Kg (in più!). In poche mosse Coldiretti vi mette a dieta

08 gennaio 2016 ore 9:59, Marta Moriconi
Quali sono gli effetti più indesiderati delle feste natalizie? Ovviamente i chili di troppo, in media almeno due, ma c'è chi deve smaltire anche di più. E qual è l'errore più ripetuto? Il digiuno, le diete fai da te e l'assunzione di farmaci che aiutano il metabolismo ma non sempre la salute. 
Invece, finito Capodanno, passata la Befana, togliersi di dosso quelle 15-20mila calorie assunte in più rispetto al resto dell’anno è più facile a farsi che a dirsi. Ci pensa Coldiretti a fare i conti e a
Il 'peso' del Natale è 2 Kg (in più!). In poche mosse Coldiretti vi mette a dieta
dare i buoni consigli
: prima di tutto si tratta in totale di 100 milioni chili tra pandori e panettoni, 52 milioni di bottiglie di spumante scolate, pasta e carboidrati assunti oltre il normale, 6,5 milioni di chili di cotechini e zamponi, poi frutta secca ingerita (oltre a farinacei, carne, affettati compresi i formaggi e dolci) per 4,3 miliardi di euro. E attenti: non si tratta di tutte le vacanze, ma solo del pranzo di Natale, della Vigilia e di Capodanno. Poi c'è la Befana, ma è meglio non "pesarla". 
Ora dai numeri passiamo alle regole di salute da adottare per contrastare i grassi che circolano nel corpo.

Ecco la dieta, bastano poche regole: 

No ai digiuni 

Non saltare i pasti. 

Assumere molta frutta e verdura. Arance, mele, pere e kiwi servono a depurare l'organismo come spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote.

Bere molta acqua.

Per disintossicare "tutta la verdura a foglie verde scuro – continua la Coldiretti – contiene acido folico, gruppo vitamine B, essenziale nella formazione dei globuli rossi del sangue per la sua azione sul midollo osseo".

Condire con olio d’oliva, ricco di tocoferolo, con funzione antiossidante anti-invecchiamento 

Usare succo di limone per purificare dalle tossine e pulire il sangue. Non credete poi ai falsi miti: la sua acidità cura l’iperacidità gastrica e non la provoca!

Assumete vitamina c dagli agrumi, perché fronteggia l’influenza e aiuta la circolazione combattendo i radicali liberi.

Sì alle mele col loro potassio sul sodio hanno un’azione antidiarroica e anti-colesterolemia.

Le pere aiutano l'intestino e sono ricche di acqua.

L’insalata? Sazia senza troppe calorie. Poi ha vitamine, calcio, fosforo e potassio.

Sì alle carote ricche di vitamina A, che rigenera la pelle

Bene i finocchi per una buona digestione e contro la stitichezza.

Abbondate con i legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie): hanno ferro, fibre e sono anche una "notevole fonte di carboidrati a lento assorbimento, che forniscono energia che aiuta a combattere il freddo". Parola di Coldiretti. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]