"18€ a pacchetto", la proposta (in stile Nuova Zelanda) contro il tabagismo

08 giugno 2016 ore 10:27, Micaela Del Monte
L'Italia studia dalla Nuova Zelanda nella lotta al tabagismo. Dal presidente dell'Agenzia Nazionale per la Prevenzione Giacomo Mangiaracina arriva infatti la proposta di portare i costo delle sigarette a 18 euro al pacchetto. In una lettera al Ministro della Salute Lorenzin e ai colleghi oncologi dell’AIOM, viene presa da Mangiaracina una posizione netta contro i danni provocati dal fumo e contro le scelte poco coerenti del governo sulla vendita delle sigarette. Medico specialista in Salute pubblica e docente alla facoltà di Medicina e Psicologia alla Sapienza di Roma, Mangiaracina ha dedicato gran parte del suo lavoro alla lotta al tabagismo, collaborando, nella sua attività di esperto del settore, con i ministri della Salute Umberto Veronesi, Girolamo Sirchia e Elio Guzzanti.

'18€ a pacchetto', la proposta (in stile Nuova Zelanda) contro il tabagismo
Nella lettera aperta Mangiaracina prende una posizione decisa contro il fumo e contro le scelte del governo sui rincari delle bionde. "Cari colleghi oncologi dell'AIOM più riprese leggiamo sui media del vostro accorato e reiterato appello per la costituzione di un fondo nazionale per la cura dei tumori, con l'incremento di un centesimo sul costo dei prodotti del tabacco - scrive presidente dell'Agenzia Nazionale per la Prevenzione - è proprio il Fumo(con la F maiuscola) che vi porta tanto, ma proprio tanto, lavoro, e voi chiedete al Ministro e al Governo di mantenere inalterato il parco-fumatori italiano? Create piuttosto alleanze virtuose perché questo olocausto dorato cessi o si riduca".

Un attacco che non risparmia il Ministro della Salute Lorenzin. Infatti, continua la lettera di Mangiaracina: "Al Ministro della salute Lorenzin dico solo di attenersi ad una delle misure fondamentali nelle strategie di controllo del tabacco a livello mondiale, quella di incrementare in misura consistente il prezzo di sigarette etrinciati. L'incremento di pochi centesimi, di tanto in tanto, è proprio ciò che tutti i governi italiani hanno fatto da sempre, per non destabilizzare il 'parco fumatori' d'Italia e incamerare 13 miliardi di euro ogni anno, spendendone poi 8 per i danni all`economia, all`individuo e alla società causati dalla piaga del tabacco".

Parole che sfociano in quello che Mangiaracina ritiene un modello da seguire: "Si prenda esempio invece dalla Nuova Zelanda, che applicando il programma mondiale Tobacco Endgame, proprio in questi giorni ha portato il prezzo delle sigarette a 18 euro a pacchetto"
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]