GB, sale la febbre da Brexit: nei sondaggi è sempre più "no"

08 giugno 2016 ore 11:48, Americo Mascarucci
E' partito il conto alla rovescia sul referendum inglese che dovrà decidere sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea.
L'appuntamento referendario è fissato per il 23 giugno prossimo quando i britannici si troveranno di fronte il seguente quesito: Remain or leave? Volete che la Gran Bretagna continui ad essere un membro della Ue oppure no?
Fino a poche settimane fa il sì sembrava destinato a viaggiare a vele spiegate visto che i principali partiti, sia quello conservatore che laburista, erano schierati per la permanenza nella Ue. 
Però in base agli ultimi sondaggi il fronte del no, e dunque favorevole alla Brexit  avrebbe incrementato i consensi al punto che c'è chi delinea uno scenario devastante, con una possibile vittoria degli euro scettici con il 51%.
I sondaggisti sono divisi e alla fine sono pochi quelli disposti realmente a scommettere che i No vinceranno.

GB, sale la febbre da Brexit: nei sondaggi è sempre più 'no'
Eppure il clima nelle ultime settimane pare essere cambiato e di molto. Insomma per Cameron non è proprio il caso di dormire sonni tranquilli.
Il rischio della Brexit che sembrava scongiurato in base ai recenti accordi sottoscritti fra Unione Europea e Regno Unito è tornato prepotentemente sulla scena. E il premier che per mesi ha giocato proprio sul rischio di uscita per convincere l'Europa ad accettare le richieste britanniche, ora teme di non riuscire a fermare l'onda lunga dell'antieuropeismo, abilmente, ma fino ad un certo punto, cavalcata. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]