Ballottaggi, Fedriga (LN): “L'avversario in questo momento è il Pd"

08 giugno 2016 ore 12:29, Lucia Bigozzi
“Coi 5Stelle nessuna tattica anti-Renzi. Noi siamo coerenti e abbiamo detto che non voteremo mai un candidato Pd. Punto”. Taglia corto Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega a Montecitorio che nella conversazione con Intelligonews, non vede nessun “abbraccio mortale” nell’endorsement di Salvini sulla Raggi al ballottaggio con Giachetti, tantomeno rileva la possibilità di costruire un fronte comune anti-sistema che passi dal referendum costituzionale fino alle elezioni politiche. 

Come legge l’endorsement ufficioso ma chiaro di Salvini alla Raggi per il ballottaggio a Roma? E’ un abbraccio mortale, l’inizio di un percorso o solo una tattica politica in chiave anti-Pd?

"No, non c’è nessuna tattica, nessuna strategia o accordo. E’ semplicemente una questione di chiarezza che noi abbiamo sempre avuto e muove dalla consapevolezza, dalla convinzione che il Pd sta facendo male all’Italia; quindi penso che l’avversario in questo momento non della Lega, ma dei cittadini sia il Pd. L’abbiamo detto chiaro: mai voteremo un candidato del Pd. Per quanto riguarda i 5Stelle, noi siamo molto, molto diversi da loro". 

Ballottaggi, Fedriga (LN): “L'avversario in questo momento è il Pd'
Però guardandola in prospettiva futura, c’è un altro passaggio strategico sul piano politico per capire se si andrà a elezioni anticipate nel 2017 o a scadenza naturale della legislatura, nel 2018: è il referendum costituzione rispetto al quale Lega e 5S sono per il no. Passando da questo si potrebbe creare un fronte comune anti-sistema e anti-Renzi?

"Non credo. Noi vogliamo portare avanti una proposta costruttiva, non improntata al solo no. E’ ovvio che su certe battaglie, ad esempio il referendum entrambi siamo contrari alla riforma voluta da Renzi e dal Pd, una riforma anti-democratica e centralista che toglie il voto ai cittadini, e se ci sono forze politiche che la pensano in modo diverso ma su questo convergono, ben venga. Altra cosa è una proposta di governo che, invece, deve avere una unità di intenti e di proposte.

Quindi niente patto futuro anti-Renzi coi 5S? 

"Non lo vedo, non credo che le forze ‘anti’ possano governare il Paese. Noi abbiamo una proposta molto concreta fatta di punti programmatici su sicurezza, lavoro, pensioni, immigrazione che ci distanziano nettamente dal Movimento 5Stelle e non si può fare un’accozzaglia a tutti i costi solo per vincere. Per governare un Paese non servono punti di contatto su singoli temi, serve una proposta organica, condivisa, una unità di intenti che coi 5S non c’è". 


autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]