Palermo, lite per gelosia finisce a coltellate: arrestato 19enne egiziano - VIDEO

08 giugno 2016 ore 13:18, Americo Mascarucci
Aggressione a colpi di coltello per gelosia a Palermo.
La Polizia del commissariato Oreto Stazione ha arrestato un 19enne egiziano, responsabile di tentato omicidio, fuggito il 19 maggio dopo aver accoltellato, ferendolo gravemente a un fianco, un cittadino extracomunitario. 
La polizia è riuscita a risalire all’uomo grazie alle immagini realizzate con un telefono cellulare che hanno permesso di ricostruire le cruenti fasi dell'aggressione avvenuta sembra a causa di alcuni insulti che la vittima avrebbe rivolto alla fidanzata dell'egiziano, poi fuggito. 
Nel corso della lite l'egiziano avrebbe estratto un coltello e, noncurante della presenza di altre persone che lo invitavano a desistere dall’aggressione, ha tentato più volte di colpire al volto il malcapitato che è riuscito inizialmente a schivare i primi colpi. Ma la violenza dell’aggressore sarebbe divenuta sempre più estrema, tanto da immobilizzare la vittima, colpendola con il coltello al fianco, procurandogli una vistosa e profonda ferita.
Le ricerche della Polizia e di personale investigativo del Commissariato "Oreto Stazione", hanno permesso di individuare una vettura in sosta, apparentemente in stato di abbandono, con i vetri oscurati da coperte e al cui interno si nascondeva, il ricercato. 
Il giovane è stato pertanto arrestato e condotto presso la Casa Circondariale "Pagliarelli".
L'aggressione era avvenuta il 19 maggio scorso in via Torino, nei pressi dell'autovettura abbandonata, utilizzata dalla vittima come ricovero notturno. Il ricercato era stato notato da una pattuglia della polizia il 31 maggio, in corso Tukory, in compagnia di una coetanea; alla vista degli agenti aveva tentato di nascondere il volto, servendosi del cappuccio della felpa che indossava. La coppia era poi riuscita a dileguarsi. 

Palermo, lite per gelosia finisce a coltellate: arrestato 19enne egiziano - VIDEO
Il Gip presso il Tribunale di Palermo, ritenendo sussistenti i gravi indizi di colpevolezza raccolti dagli agenti del Commissariato Oreto a carico del giovane egiziano, ne ha convalidato il fermo, applicando nei suoi confronti la massima misura cautelare della custodia in carcere. La giovane vittima dopo qualche giorno di degenza in ospedale è stato dimesso ed è in corso di guarigione. 




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]