Buon compleanno Ringo! 75 anni da Starr a 360°

08 luglio 2015, Americo Mascarucci
Ringo Starr compie settantacinque anni. 

Il Beatle meno bello e geniale ma forse per questo il più simpatico, il batterista asciutto e poco virtuoso ma straordinariamente innovativo e influente su generazioni di 'drummers' ha raggiunto un altro importante traguardo, quello appunto di soffiare su 75 candeline.

Una vita iniziata in una zona derelitta di Liverpool ma diventata già da giovanissimo quella di una grande star. La svolta nella vita di Ringo avviene nel 1962, quando dopo esperienze con gruppi minori di Liverpool subentra permanentemente a Pete Best come batterista nei Beatles, che si erano formati due anni prima. 

Dopo lo scioglimento del gruppo produsse ben due album anche se come solista non ebbe mai una carriera strepitosa. Ebbe anche seri problemi di salute. Nel 1988 Ringo finisce in clinica per disintossicarsi dall'alcol, e uscito da quel non facile problema, fonda la All Starr Band, che si esibisce per la prima volta nel 1989 in Texas: un gruppo con il batterista a fare da perno, e diversi altri musicisti più o meno celebri che si danno il cambio in tournee. 

Negli ultimi anni, due momenti non particolarmente simpatici: il 10 ottobre 2008 scrive sul suo sito web che non risponderà più alle lettere dei fan che gli chiedono autografi perché ''troppo occupato'', e, nello stesso anno, offende i suoi ex concittadini di Liverpool (dove aveva inaugurato le celebrazioni della città come Capitale europea della cultura) dicendo che la città non gli era mai mancata e di averlo detto, mentendo, agli eventi cui era stato invitato solo per compiacere gli ospiti. Insomma un personaggio discutibile e controverso ma proprio per questo un grande artista.

Noi gli auguriamo buon compleanno con una raccolta di assoli alla batteria: 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]