Made in Italy 'spaziale': primato Vega e nano-satelliti al via

08 luglio 2016 ore 23:59, intelligo
di Luciana Palmacci 

Vega, il Vettore Europeo di Generazione Avanzata, sviluppato in collaborazione dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per il lancio in orbita di piccoli satelliti, conferma il suo primato. Dedicato in particolare all'osservazione della Terra, ha all'attivo un portafoglio ordini di 10 lanci, un terzo dei quali sarà effettuato per conto delle istituzioni europee e due terzi per clienti esteri. Dal Brasile e dal Perù, da Israele e dall'Algeria, dal Giappone e dal Kazakistan, e anche da Francia, Germania, Olanda e una lunga sfilza di paesi europei: sono tutti alla corte di Vega. 
Lanciato per la prima volta nel 2012 presso il Centro Spaziale in Guyana francese, VEGA vanta già 6 missioni con il 100% di successo. Questi ottimi risultati hanno consentito di dimostrare tutto il potenziale operativo del lanciatore e la sua polivalenza: missione in orbita bassa eliosincrona (Sentinel-2A), missione balistica (IXV), missione in orbita di trasferimento verso il Punto di Lagrange L1 (LISA Pathfinder). Nel novembre 2015, il successo della missione LISA Pathfinder condotta per conto dell’ESA ha segnato per VEGA la fine della fase di sviluppo (denominata “VERTA”, vale a dire Vega Research and Technology Accompaniment) e l’inizio del suo impiego commerciale.

Made in Italy 'spaziale': primato Vega e nano-satelliti al via
 

Ora "il Vega C” ha spiegato l'ad di avio Giulio Ranzo “presenterà un significativo miglioramento in termini di prestazioni e capacità di carico dei satelliti (massa e volume utile) rispetto alla versione attuale”. Per andare ancor di più incontro al mercato, nel futuro del lanciatore europeo sono in arrivo i nano-satelliti: satelliti in miniatura, delle dimensioni di pochi centimetri e pesanti al massimo una decina di chili. Una scommessa emersa a Roma, nel 'Vega User's Day', l'incontro organizzato dalla Arianespace e da Avio-Elv, che per la prima volta ha riunito tutti i possibili utilizzatori del lanciatore dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Nella sua nuova versione, Vega C, il lanciatore avrà il 50% di capacità in più e sarà in grado di portare in orbita, allo stesso prezzo, un carico maggiore, passando da 1,5 a 2,3 tonnellate. Per trasportare più satelliti, compresi quelli in miniatura, Vega avrà uno speciale adattatore chiamato Ssms (Small Spacecraft Mission Service), che permetterà di agganciarli ai satelliti più grandi e di rilasciarli su orbite diverse.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]