Chirurgia e ricostruzione pelvica a Roma: Lorenzin presenta il nuovo centro per le donne

08 marzo 2016 ore 14:32, Marta Moriconi
Chirurgia e ricostruzione pelvica: la nuova frontiera delle donne l'ha inaugurata il ministero della salute Beatrice Lorenzi, presso presso il Polo per la Salute della Donna e del bambino del Policlinico Gemelli a Roma, ossia il primo centro di questa tipologia ad occuparsi esclusivamente dei disturbi genitali femminili. 
 Perché per la donna, dopo i parti soprattutto, prevenire è meglio che curare anche in questo campo, ma in futuro il centro si occuperà con ogni probabilità anche di incontinenza fecale e stipsi.
Grazie all’uso di macchinari all’avanguardia basati su tecnologia avanzata (ci sono robot chirurgici, apparecchiature per la neuromodulazione sacrale e la possibilità di fare ecografiche mediante apparecchiature 3D) si possono affrontare e combattere diverse tipologie di malattie urinarie e soprattutto si può davvero provare a vincere il dolore pelvico
Chirurgia e ricostruzione pelvica a Roma: Lorenzin presenta il nuovo centro per le donne
cronico
ossia quel dolore costante o ciclico di durata superiore ai sei mesi, che si localizza alla pelvi anatomica, sufficientemente grave da causare disabilità funzionale che richiede trattamento medico o chirurgico.
Secondo una review del 2001, il dolore pelvico cronico è responsabile del 10% delle visite ginecologiche ambulatoriali, del 40% delle laparoscopie diagnostiche e del 10-15% degli interventi di isterectomia.
Dunque non sono certo rare le patologie urinarie nelle donne è rappresentano un reale problema per le donne che spesso le sottovalutano. Quanto all'incontinenza urinaria, spesso conseguenza di un prolasso genitale dovuto al parto, anche qui si possono ottenere risultati sia fisici che psicologici, perché spesso le donne si vergognano di uscire o andare a un cinema con gli amici. Cattivi odori, disagio, l'uso di pannolini può inoltre portare la donna a uno stato depressivo. Ottimo anche il reparto per la riabilitazione post parto, al fine di riportare il pavimento pelvico delle neo-mamme ad un soddisfacente stato di salute.
Un altro dramma femminile, poi, sono le cistiti che possono essere acute e croniche, e che tra l'altro spesso portano le donne ad assumere continuamente antibiotici. Questi poi favoriscono l'insorgere e il moltiplicarsi di malattie infettive. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]