Google "compra" il padre dei troll: Chris Poole di 4Chan "aggiornerà" la piattaforma

08 marzo 2016 ore 17:22, Lucia Bigozzi
Il “signore dei troll” sbarca su Google. Chris Poole, fondatore della community 4chan è salito a bordo dell’ammiraglia. E fin qui, si potrebbe dire, “auguri e figli maschi”. Ciò che non è ancora chiaro è a far cosa, cioè il ruolo di Chris Poole dentro il colosso americano. Per ora ci sono solo indizi che portano a ritenere che una delle opzioni in campo per lui sia quella di “timonare” la nave di Google+ che finora non ha conseguito i risultati attesi o sperati. Ma è solo un indizio e come tale da solo non fa una prova. Certo è che la storia professionale di Chris Poole è praticamente nata e cresciuta tra i giovani e nel mondo delle nuove tendenze, nuove avanguardie applicate al mondo del web. De resto 4chan è lì a dirlo e i risultati a dimostrarlo: nella “bacheca” online viaggiano milioni di utenti, tutti giovani, per postare messaggi e immagini. Tanto dagli addetti ai lavori internettiani, è considerato come uno dei luoghi più celebri e prestigiosi dove fare trolling, usare ilarità e contrastare le regole. Insomma, un luogo per “ribelli”. Il sito-bacheca online è stato lanciato su internet nel 2003 e a settembre 2015 è stato ceduto all’imprenditore giapponese Hiroyuki Nishimura. 

Google 'compra' il padre dei troll: Chris Poole di 4Chan 'aggiornerà' la piattaforma
Il trasloco in Google lo ha annunciato lo stesso Pole che però non ha spiegato su cosa verterà il nuovo incarico. Un motivo in più per scatenare curiosità e alimentare un alone di mistero che tiene tutti col fiato sospeso. Realtà virtuale o reale? Lui si limita a dire: “Sono impaziente di contribuire con la mia esperienza di una dozzina di anni nella costruzione di comunità online e iniziare questo nuovo capitolo della mia carriera in questa incredibile azienda”. Oltre non va, ma il decollo su Google è imminente. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]