La notte dei cristalli a Berlino. Guardate l'effetto delle vetrine rotte in ricordo degli ebrei

08 novembre 2013, Micaela Del Monte
La notte dei cristalli a Berlino. Guardate l'effetto delle vetrine rotte in ricordo degli ebrei
La notte tra il 9 e il 10 novembre 1938 fu la notte del grande linciaggio di massa perpetrato dai nazisti. Uno dei più odiosi e ignobili attentati contro la comunità ebraica tedesca.
 

 Quella passata alla storia come  la "Notte dei cristalli" (Reichskristallnacht) fu teatro del terribile pogrom (termine russo che significa "massacro") dove più di 7,000 negozi di ebrei vennero dati alle fiamme o distrutti insieme a decine di sinagoghe. Un’orgia di sangue e di violenza in seguito alla quale migliaia di vetrine di negozi vennero infrante a colpi di mazze e bastoni. 

Da qui origine della definizione "Notte dei cristalli", più correttamente "Notte dei cristalli del Reich", una locuzione di scherno che richiama le vetrine distrutte. Quella notte trentamila ebrei vennero tirati giù dai propri letti, in parte per essere ammazzati a bastonate, in parte per essere arrestati ed inviati a morire a Dachau o a Buchenwald. Il pretesto di tutto fu l'omicidio del diplomatico tedesco Ernst von Rath, a Parigi, aggredito da uno studente ebreo, Herschel Grynszpan, che voleva vendicare l'espulsione della sua famiglia dalla Germania. Per ricordare ciò che accadde a Berlino quella notte del 1938 è intervenuto anche il cancelliere tedesco Angela Merkel che ha definito il terribile massacro orchestrato da Hitler e Goebbels "Uno dei momenti più bui della storia tedesca che è poi continuato purtroppo con la Shoah".

Poi un monito ai suoi concittadini a non tollerare nessuna forma di antisemitismo mentre la Germania.E adesso, per commemorare il 75esimo anniversario, alcuni negozi berlinesi hanno deciso di applicare sulle vetrine una pellicola che crea l'effetto del vetro infranto

Più di un centinaio di negozi della capitale tedesca avrebbero aderito all'iniziativa che si terrà questo fine settimana. In particolare saranno i commercianti delle vie turistiche della città come il Kurfuerstendamm e quelli dell'Hackesche Markt a ricordare gli orrori commessi dai nazisti in quella lunga notte del 9 novembre 1938. Probabilmente una pura azione di marketing, ma al momento sembra l'unica volta a ricordare la crudeltà di quella notte e di quello che ne seguì. Infatti la "Notte dei cristalli" fu solo l'inizio della fine per milioni e milioni di ebrei.      
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]