Escalation di orrore: trovati 100 corpi decapitati dall'Isis

08 novembre 2016 ore 10:49, Adriano Scianca
Non c'è fine agli orrori di cui si rende protagonista l'Isis. I cadaveri decapitati di cento civili sono stati trovati dalle forze irachene in un edificio universitario di Hamam al-Alil, località che si trova a circa 20 chilometri a sud di Mosul, liberata sabato dei soldati del Califfato. Lo rende noto l'Iraqi War Media Office. “All'interno del palazzo della Facoltà di Agricoltura è stato scoperto un nuovo crimine: cento corpi decapitati di cittadini uccisi dai terroristi. Verrà inviata una squadra speciale per indagare su questo crimine atroce”, si legge nel comunicato. 

Escalation di orrore: trovati 100 corpi decapitati dall'Isis

Ma per gli uomini del Califfo le ore sono contate. Ormai i jihadisti presenti a Mosul sono tra i 3.000 e i 5.000 e sono praticamente circondati dalle forze governative. Se a sud l'esercito ha appena liberato Hamam al-Alil, a nord-est i combattenti curdi hanno lanciato l'assalto a Bachiqa, dove è in corso una caccia ai jihadisti "casa per casa". In ogni caso sono circa sette i quartieri di Mosul controllati dalle forze dell'antiterrorismo, ha dichiarato il portavoce Sabah al Noman. Il Pentagono ha annunciato ieri che gli Stati uniti sono impegnati con elicotteri d'attacco Apache, utilizzati soprattutto per la distruzione di auto imbottite di esplosivo che i kamikaze dell'Isis lanciano contro le truppe filogovernative. Il numero di civili sfollati dall'inizio della battaglia di Mosul ha ormai superato i 34.000, secondo un nuovo bilancio dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni. 

L'Isis sta perdendo anche a Raqqa, dove l'operazione "Ira dell'Eufrate" ha isolato la città dal resto del Califfato e sta stringendo la morsa attorno a quella che fino a qualche tempo fa era considerata la “capitale” dello Stato islamico.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]