Dramma della disperazione: uccide figlio disabile e tenta suicidio. Era solo

08 novembre 2016 ore 15:50, Americo Mascarucci
Uccide il figlio disabile soffocandolo nel sonno poi tenta il suicidio. Il dramma si è consumato a Vespolate nel Novarese.
Un dramma nel dramma perché al folle gesto, si aggiunge la tragedia di un padre che arriva a togliere la vita al proprio figlio per il timore di non potersi più occupare di lui.
Rimasto vedovo un anno fa, l'uomo secondo le prime ricostruzioni pare fosse ossessionato dal terrore di lasciare solo il figlio malato psichico.
Così preso dalla disperazione lo avrebbe soffocato nel sonno per poi farla finita lui stesso forse convinto a quel punto di non avere più alcun motivo per restare in vita.
Avrebbe ingerito degli psicofarmaci e poi aperto il gas. 
A lanciare l'allarme ieri sera è stato un parente, preoccupato per non avere avuto notizie dei due.
Si è recato nell'appartamento, è entrato e subito ha avvertito il forte odore di gas. 
Ha poi trovato a terra il figlio già morto e il padre privo di sensi ma vivo. Ha quindi chiamato i soccorsi.
Subito sono arrivati i sanitari del 118 e con loro i Carabinieri.
Purtroppo per il figlio non c'è stato nulla da fare.

Il padre si trova invece all'ospedale Maggiore di Novara, piantonato dai carabinieri che stanno ancora svolgendo le indagini per chiarire la dinamica dell'accaduto. Le sue condizioni non sarebbero gravi
Il giovane, disabile psichico, era ospitato in una struttura in provincia: tornava a casa solo nel fine settimana.
Anche se non ci sono certezze, proprio la disperazione per la morte della moglie e per le difficoltà di occuparsi del figlio avrebbero spinto l'uomo a compiere il gesto estremo.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]