Sinodo Famiglia, cresce l'attesa. Parla Mons. Paglia e spiega Francesco. Alcune chiavi...

08 settembre 2014 ore 14:59, Marta Moriconi
Sinodo Famiglia, cresce l'attesa. Parla Mons. Paglia e spiega Francesco. Alcune chiavi...
Il Sinodo sulla famiglia in programma in Vaticano dal 5 ottobre, "pur essendo straordinario quindi numericamente più ristretto rispetto a quelli ordinari, vedrà rappresentate in maniera adeguata le coppie, cioè gli uomini e le donne chiamate a portare nel dibattito sulla famiglia il loro specifico contributo di sposi e genitori". Parole importanti quelle del presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, arcivescovo Vincenzo Paglia e che svelano, per chi le sa leggere, la prossima linea dei Vescovi in tema di famiglia. "Trovo particolarmente opportuno - ha affermato Paglia in un'intervista al sito 'Vaticaninsider' - che nel cuore della chiesa si ascoltino voci direttamente coinvolte nelle speranze, nelle angoscie e nei problemi delle famiglie di oggi". Quelle dei tanti nuclei familiari che si trovano in difficoltà a più livelli e che troppo spesso incontrano l'indifferenza delle Istituzioni. "A una settimana dall'apertura del Sinodo - sottolinea inoltre monsignor Paglia - il Pontefice, nella stessa giornata, pregherà per la famiglia e incontrerà per la prima volta a Roma i nonni e gli anziani". Ed è proprio questo un punto fondamentale per capire Francesco e quello che vorrebbe. Secondo l'arcivescovo sarebbe proprio questa una "sollecitazione a rivolgere la massima attenzione al numero sempre più grande di anziani e di nonni affinché non si allunghino solo gli anni della vita ma vengano arricchiti di amore e non di solitudine". Si parte dunque ad affrontare il grande tema della famiglia "proprio da coloro che rischiano di essere scartati", e qui il richiamo "a superare l'etica individualistica". "In questo modo - conclude l'arcivescovo - Papa Francesco intende evidenziare l'importanza della famiglia in tutti i suoi legami. E' determinante per la società che la famiglia torni ad essere considerata in tutta la sua ricchezza relazionale: nonni , genitori, figli, nipoti. Non possiamo permetterci di perdere l'immenso tesoro rappresentato dagli anziani". Ma quanti e quali nonni (anziani) e soprattutto quanti e quali genitori? Perché queste parole, oggi, significano tante cose... La rappresentanza in maniera adeguata delle coppie, "cioè gli uomini e le donne chiamate a portare nel dibattito sulla famiglia" al Sinodo, fa sperare chi non ama troppe aperture sul concetto di famiglia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]