Correnti forti nel Pd: tra Renzi e Bersani è maretta sulle riforme

08 settembre 2015, Adriano Scianca
Correnti forti nel Pd: tra Renzi e Bersani è maretta sulle riforme
Renzi e Bersani, riparte la guerra (ammesso che si fosse mai interrotta). 

Al centro della polemica la riforma del Senato. Inizia le schermaglie il premier, che a Porta a Porta mette i puntini sulle “i”: “Pronto a una intesa sulle riforme, ma nessuno pensi di ripartire da capo”. 

Pier Luigi Bersani replica da Radio Anch'io: “Non si può chiamare alla disciplina di partito davanti alla Costituzione. Non si è mai fatto in nessun partito”. 

L'ex segretario chiarisce di essere “per il sì, non per il no” alla riforma costituzionale, ma “qui non è in gioco il superamento del bicameralismo perfetto, il doppio voto di fiducia. Tutti vogliono la riforma e intendono portarla in porto, qui è in gioco se, dopo la legge elettorale, noi possiamo avere un Parlamento dove la grandissima parte dei membri viene scelta a tavolino”. 

Per Bersani, il punto è che c'è in ballo “il libero convincimento di un numero di senatori con i quali bisogna discutere e trovare una soluzione. Non mi risultano tentativi di mediazione”. Bocciata anche l’ipotesi listino poiché, a detta di Bersani, “non si può scrivere una cosa in un articolo e poi correggerla in un altro”. La questione è “sì a un ruolo degli elettori. Punto”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]