5Stelle, affondo di Fulvio Abbate: "Quale Campidoglio? Questi sembrano il Grande Fratello"

08 settembre 2016 ore 12:21, Americo Mascarucci
"Il format dei 5Stelle è lo stesso del Grande Fratello. La Raggi è stata scelta da Casaleggio perché fotogenica".
E' a dir poco spietata l'analisi dello scrittore Fulvio Abbate che ad Intelligonews punta anche il dito contro il silenzio degli intellettuali alla Nanni Moretti, quelli dei girotondi anti-berlusconiani.

Abbate, nelle ultime ore sta prendendo corpo la teoria del complotto. C'è chi dice che la Raggi e i 5Stelle siano vittima dei poteri forti e del sistema mediatico. Non è che alla fine tutto questo finirà col rafforzarli?

"I 5Stelle sono il prodotto di una subcultura politica contraddistinta da incapacità ed arroganza Gli insulti dei loro sostenitori in rete ne sono la prova. Non ho mai sentito Grillo dire a questi signori di imparare la buona educazione ma non c’è da stupirsi visto che il Movimento 5Stelle è nato da una parola d’ordine come vaffanc....e lo dice uno che da scrittore è a favore del turpiloquio".

Quindi lei non vede un effetto boomerang?
 
"E’ sicuramente vero che le forze politiche sconfitte stanno mostrando la loro totale incapacità di tornare in gioco ma detto questo la loro incapacità politica è manifesta. Loro pescano in un elettorato di destra dove però si sono raccolti i peggiori settarismi già comunisti e in più tutta la piccola borghesia qualunquista".

Ma c'è o no un complotto contro la Raggi?

"La Raggi è vittima della guerra fra correnti all'interno del Movimento. La bufera su Di Maio non è scoppiata dopo che qualcuno ha fatto arrivare a Il Messaggero la mail inviatagli da Paola Taverna con cui lo informava che la Muraro era indagata? Il professor Becchi che è stato ospite con me di un programma televisivo e che è stato a lungo l'intellettuale di riferimento dei grillini, ha detto parole implacabili sulla loro incapacità e opacità".

Eppure in base agli ultimi sondaggi le vicende romane non avrebbero incrinato minimamente la credibilità politica del Movimento che vincerebbe con l'Italicum. Come lo spiega? 

"La destra post- berlusconiana è polverizzata, la sinistra non esiste più, il  Pd è una sorta di nuova Democrazia Cristiana, c’è stata Mafia Capitale. In più c’è il problema della corruzione che succhia soldi ma non restituisce reddito come avveniva ai tempi della Dc. Loro fanno presa sulla piccola borghesia ma il problema non è la sorte dei 5Stelle che si sgonfieranno come avvenuto per la Rete di Orlando o l’Italia dei Valori di Di Pietro. Il problema è dove finiranno quegli umori anti -politica. La psicologia del grillino medio è la psicologia di un analfabeta civile. 
In tutto questo c'è poi un dato sconcertante. Dove sono i miei colleghi intellettuali? Non ho sentito una parola per esempio da Nanni Moretti e dai suoi amici del ceto medio riflessivo che pure scesero in piazza contro la subcultura del berlusconismo. Oggi non avvertono questa esigenza?".

E sulla presunta doppia morale a 5Stelle? Intransigenti con Pizzarotti e garantisti con la Muraro?

"La Muraro non può essere rimossa perché è l’unica competente in materia di rifiuti. Senza di lei non saprebbero dove mettersi le mani. La verità è che la selezione della classe dirigente è avvenuta con criteri simili a quelli del Grande Fratello. La Raggi è stata scelta dalla Casaleggio associati perché era telegenica e poca importanza aveva il fatto che fosse legata allo studio Sammarco o a Cesare Previti. A Milano invece, dove dalle primarie era uscita vincitrice una candidata giudicata poco telegenica, il voto della base non ha contato nulla e il candidato è stato cambiato.  I 5 stelle sono un format della Casaleggio associati simile al Grande Fratello. Basti considerare che questi vanno in televisione solo quando gli torna utile e, cosa ben più grave, dettando pure le condizioni per esserci". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]