In Russia il fiume di porpora, il mistero diventa social

08 settembre 2016 ore 23:59, Andrea Barcariol
E' diventato improvvisamente rosso sangue. Il fiume Daldykan, che bagna la città russa di Norilsk, in Siberia ha improvvisamente cambiato colore. Gli ispettori ambientali stanno cercando di capire il motivo. Sicuramente non si tratta di uno scherzo stile Fontana di Trevi o di una particolare festività (a Boston, ad esempio, in occasione della festa di San Patrizio il fiume viene tinto di verde), le immagini del Daldykan stanno facendo il giro del mondo sui social network postate dai residenti (alcuni sostengono che il fiume fosse diventato rosso già nel giugno scorso).
Il quotidiano di Rossiiskaya Gazeta sostiene che la colpa del fenomeno potrebbe essere di una falla in una conduttura che raccoglie gli scarti della lavorazione di rame e nickel.

In Russia il fiume di porpora, il mistero diventa social
Il ministro dell'Ambiente e delle risorse naturali ha rilasciato un comunicato in cui si spiega che una delle cause, potrebbe essere identificata nel guasto a una conduttura che porta alla Nadezhda Metallurgical Plant, il più grande produttore di nichel e palladio del mondo. I suoi enormi altoforni sono stati costruiti in epoca sovietica sulla penisola di Taimyr, nella regione di Krasnoyarsk, in Siberia. Il gruppo minerario ha un impianto che si chiama Nadezhda nei pressi del fiume, ma rappresentati della società dicono di non essere a conoscenza problemi all'impianto che avrebbero inquinato il fiume e promettono che continueranno a monitorare le condizioni ambientali. L'agenzia di stampa RIA Novosti riporta come siano già stati effettuati alcuni test e le intenzioni della Norilsk Nickel di ridurre la produzione dell'impianto.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]