Londra come Trump: muro anti-migranti a Calais

08 settembre 2016 ore 21:43, Andrea Barcariol
Un'altra barriera anti-migranti. Questa volta in Gran Bretagna, pronta a finanziare la costruzione, che dovrebbe iniziare ''molto presto'', di un muro lungo l'autostrada che arriva al porto francese di Calais per fermare i migranti che cercano di salire a bordo dei camion diretti in Inghilterra. La notizia arriva dalla Bbc. Soprannominato dai media ''il grande muro di Calais'', sarà alto quattro metri e correrà per un chilometro lungo i due lati dell'arteria stradale vicina al campo "Giungla", dove vivono migliaia di migranti. La superficie liscia dovrebbe rendere più difficile arrampicarsi. Secondo le stime il progetto dovrebbe costare 1,9 milioni di sterline e fa parte di un pacchetto di misure da 17 milioni di pound del governo britannico per meglio controllare i confini gestiti insieme alle autorità francesi.

Londra come Trump: muro anti-migranti a Calais
Qualcuno già lo paragona alla barriera che Trump vorrebbe costruire al confine con il Messico, altri  sostengono che è uno spreco di denaro pubblico. «Abbiamo già fatto il recinto, adesso costruiamo il muro», ha detto il sottosegretario all’immigrazione, Robert Goodwill che ha annunciato un inasprimento delle misure di sicurezza e spiegato che il muro è parte di un pacchetto da 17 milioni di sterline (20 milioni di euro) concordato tra Londra e Parigi nel marzo scorso. Lunedì scorso conducenti di Tir e agricoltori francesi hanno tenuto una manifestazione di protesta, bloccando una delle autostrade per Calais, per chiedere la chiusura della «Giungla». Parigi ha promesso di smantellare definitivamente il campo, ma non si sa se e quando lo farà davvero. 
Una situazione che ricorda quanto accaduto sul fronte migranti tra Italia e Austria che ha annunciato un «decreto d’urgenza» che permetterebbe a Vienna di bloccare i migranti alle frontiere. 

 



 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]