Di Vita (M5S): "Def, immigrazione, Ddl Chiti: loro fanno slogan, solo noi i fatti e con la gente"

09 aprile 2014, Micaela Del Monte
Intelligonews ha contattato Giulia Di Vita, deputata siciliana del M5S, e le abbiamo chiesto alcune riflessioni sull'approvazione del Def e la nuova "alleanza" con il Ddl Chiti. 

È stato approvato il Def con l'esordio del duo Padoan-Renzi. Quali sono le bugie legate al loro programma?

«Purtroppo assistiamo come al solito ad una serie di enunciazioni, di slogan, che non intervengono in maniera massiccia lì dove si dovrebbe, anche perché non sono stati risolti dei problemi precedentemente causati. Questi assomigliano più a degli spot che a degli interventi concreti e si vanno ad aggiungere poi a tutti gli altri slogan mensili che non portano, e non hanno mai portato, a nulla».

Avete aperto al Ddl Chiti, qual è il prossimo passo?

«Le nostre proposte sono sempre molto chiare. Quanto al resto, come abbiamo sempre detto, approviamo le proposte sul merito di quello che dicono a prescindere da chi le presenta, e quindi come al solito è sempre un gioco di equilibri tra Forza Italia e Pd che ovviamente adesso sono spaccati, ma lo fanno per fare notizia a livello mediatico, mentre quando poi si arriva al momento del voto sono sempre compatti, ed è questo il vero problema. Se riuscissero ad essere coerenti nel votare i provvedimenti che ognuno ritiene più corretti sicuramente riuscirebbero a portare avanti delle azioni per il bene comune. Ieri ad esempio, ce n'è una ogni giorno, durante l'incontro per la scelta dei collegi di Sicilia e Sardegna, per permettere ai sardi di avere le loro rappresentanze, è accaduto che si sono spaccati di nuovo e nemmeno con il voto segreto si è riusciti ad ottenere un provvedimento che era di consenso per i sardi stessi. Ci sono stati addirittura sardi contro sardi, vicende che solo in Italia possano accadere». 

Di Vita (M5S): 'Def, immigrazione, Ddl Chiti: loro fanno slogan, solo noi i fatti e con la gente'
In merito all'allarme di Alfano sull'immigrazione, qual è la vostra posizione? 

«Il Movimento 5 Stelle è nato da persone che si sono ritrovate con determinati principi ben delineati, ma ovviamente ci sono una serie di situazioni in cui invece il movimento stesso si deve confrontare e discutere. Comunque su questo il nostro metodo di lavoro è sempre stato piuttosto chiaro e a sull'immigrazione e il reato di clandestinità, ma anche su altri temi "aperti", apriremo a breve un dibattito in rete con i nostri iscritti in modo da favorire una riflessione. Anche perché oggi purtroppo non si dà più il tempo alle persone di farsi un'idea personale, di riflettere, di crescere e maturare poi una posizione. Ormai si sentono sempre e solo slogan che vengono spacciati come verità assoluta e non stimolano quindi il cittadino ad informarsi autonomamente. Questa è una crescita che dobbiamo fare noi a partire da noi stessi, noi diamo solo uno spunto per farlo». 

Avete notizie sulle condizioni di Casaleggio?

«Personalmente non ho alcuna informazione, so comunque che è andato tutto per il meglio. L'intervento è andato come doveva e la situazione sembra abbastanza serena».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]