Papa Francesco: "Il grido dei bambini verso Dio accusa il nostro sistema"

09 aprile 2015, Andrea De Angelis
Apriti cielo. Questa volta il Papa ha lanciato un duro monito contro tutti coloro i quali si riempiono la bocca con la parola "diritti" e poi dimenticano le creature più fragili, perché più piccole: i bambini. 

Papa Francesco: 'Il grido dei bambini verso Dio accusa il nostro sistema'
"Che ne facciamo delle solenni dichiarazioni dei diritti dell’uomo, dei diritti del bambino, se poi puniamo i bambini per gli errori degli adulti?". Così Papa Francesco nell'udienza generale in piazza San Pietro davanti a oltre 25mila fedeli. 

Bergoglio ha così esplicato il concetto: "Qualcuno osa dire, quasi per giustificarsi, che è stato un errore farli venire al mondo, ma questo è vergognoso, non scarichiamo sui bambini le nostre colpe per favore, i bambini non sono mai un errore, la loro fame non è un errore come non lo è loro povertà, fragilità, abbandono, tanti bambini abbandonati per le strade". 

A cinque giorni dalla via Crucis celebrata al Colosseo, Francesco ha di fatto parlato della passione dei più piccoli: "Ogni bambino per strada senza cibo, senza scuola, senza cure mediche è un grido che sale a Dio e che accusa il sistema che noi adulti abbiamo costruito". Sistema che è ancorato alla realtà dei nostri giorni: "Purtroppo questi bambini sono preda dei delinquenti che li sfruttano per indegni traffici o commerci o addestrandoli alla guerra e alla violenza".



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]