Mafia Capitale, Di Stefano (CasaPound): "Dalla manifestazione Vs Marino al voto: con Salvini se..."

09 dicembre 2014 ore 11:42, Marta Moriconi
Mafia Capitale, Di Stefano (CasaPound): 'Dalla manifestazione Vs Marino al voto: con Salvini se...'
Ci sarebbe un "Mondo di Mezzo" nero nell'inchiesta su Mafia Capitale. Ma anche un "Mondo di Mezzo" rosso che emergerebbe sempre più nei fascicoli che riportano le intercettazioni e i relativi "reati" che sarebbero stati compiuti all'ombra della statua di Marco Aurelio. Proprio per questo Simone Di Stefano, vice presidente di Cpi, usa poche e chiare parole: "Marino si dimetta". Per questo si prepara a manifestare mercoledì in Campidoglio e per questo si prepara anche al voto... con Salvini ma solo a precise condizioni. CasaPound è pronta a "ballare" anche da sola: "L'abbiamo fatto già contro Alemanno". CasaPound sarà mercoledì a manifestare in Campidoglio. Per dire cosa?  "Chiediamo le dimissioni di Marino. Ci piacerebbe fosse un suo atto politico per salvare almeno la faccia rispetto ad un'Amministrazione travolta dallo scandalo. Se volesse tutelare la propria dignità dovrebbe farlo lui stesso e non aspettare che il Prefetto lo obblighi alla dimissioni. Visto il numero degli indagati e dei coinvolti non si può fare altrimenti". Se si va al voto Marino verrà ricandidato stando alle ultime parole di Orfini, il commissario del Pd romano. Un suo commento. "A l di là dello scandalo Mafia Capitale, se verrà ricandidato Marino la vedo davvero grigia perché questa Amministrazione verrà ricordata solamente per la tentata pedonalizzazione dei Fori Imperiali, neanche riuscita, oltre che per aver ingrassato alcune cooperative, come adesso starebbe emergendo". Un eventuale sindaco leghista a Roma vi vedrà alleati?  "Per quanto ci riguarda ci sarà da parlare. Se la Lega vuole correre da sola, fuori dal centrodestra lontano da Fi e dagli altri soliti noti noi ci siamo. Se fa il carrozzone per vincere a prescindere, e con gli altri partiti tra l'altro invischiatissimi in questa vicenda, per noi è fuori discussione. I romani vogliono pulizia e questo bisogno può essere interpretato dalla Lega se scende in campo da sola. A quel punto noi ci siamo. Non correremo qui a Roma né con Fi, nè con Ncd, né con Fratelli d'Italia". Il passaggio dell'inchiesta, dove verrebbe riportata la gioia di Buzzi per la vittoria di Zingaretti, non porta a riflettere su quanto Mafia Capitale fosse trasversale? Cosa pensate di quanto sta accadendo? "E' un problema di tutta la Capitale perché è un problema del Comune di Roma e Buzzi e la sua Cooperativa sostanzialmente, da quanto emergerebbe dall'inchiesta, avevano appalti e gestione milionarie. Il problema non è tanto l'operato della 29 giugno, ma sarebbero i trentamila euro dati per la campagna elettorale. Se tu finanzi una campagna elettorale, evidentemente in qualche maniera li rivorrai indietro o no?". CasaPound pensa che sia arrivato il momento di scioglierlo e arrivare al voto? "Questo sistema delle cooperative è un sistema completamente da rivedere e che la sinistra abbia la forza di scardinarlo ci credo poco. Andrebbero cacciate le persone. Andrebbero prese tutte le signorine e i signori messi lì per passare le carte e fatti lavorare diversamente. C'è una storia di consorterie e consociatisvismo, clientele e preferenze da scardinare. Basta non se ne può più". Se Salvini si alleasse con Ncd e Fi per eleggere il proprio sindaco di Roma voi che farete? "Se c'è il centrodestra così come lo abbiamo sempre conosciuto e in più la Lega dentro, noi ci candidiamo da soli".  E sarebbe lei il futuro candidato? "Probabilmente sì. L'abbiamo fatto già contro Alemanno e lo rifaremo se servirà". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]