Sangue, cocaina e un cadavere. E' giallo a Brescia

09 dicembre 2015 ore 8:32, Micaela Del Monte
Sangue, cocaina e un cadavere. E' giallo a Brescia
Nessun atto di violenza, ma l'omicidio che si è consumato nel bresciano resta comunque tefferato e degno di qualsiasi film giallo.

Un uomo di 45 anni è stato infatti trovato senza vita nel suo appartamento in via Mazzucchelli a Brescia, qui l'uomo viveva assieme a sua moglie di origini russe e al figlio di lei, appena 18enne. La coppia gestiva una piccola enoteca vecchio stile alle porte di Brescia ma spesso l'uomo tornava a casa ubriaco e discutevano così animatamente da costringere i vicini a chiamare la Polizia.
Polizia che, dopo l'irruzione dei Vigili del Fuoco, nel suo appartamento avrebbe trovato non solo il corpo in un lago di sangue, ma anche qualche dose di cocaina e delle banconote sparse per la casa. 

A lanciare l'allarme, lunedì mattina, la vicina di casa che, insospettita dal continuo scorrere dell'acqua della doccia e dall'abbaiare del cane ha deciso di chiamare il 112. Secondo l'autopsia svoltasi questa mattina le ferite alla testa riportate dall'uomo non sarebbero state fatali, si indaga quindi sull'ipotesi di malore o di suicidio (visto il sangue).

La moglie Olga  e il figlio Emil (che sembra essere la causa dei litigi) sono stanti interrogati tutta al giornata di ieri visto che la notte precedente non l'avevano passata a casa insieme all'uomo, segno questo della crisi che stava passando la coppia  e che avvalora ulteriormente la tesi del suicidio. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]