Lo strazio del cavallo morente e l'abbraccio del "suo" poliziotto: Charlotte un simbolo (FOTO)

09 dicembre 2015 ore 10:36, intelligo
La foto arriva dagli Stati Uniti d'America ma è presto diventata un simbolo "virale" in tutto il mondo. ssi tratta dello strazio di un cavallo morente e del suo poliziotto texano Herrejon che lo abbraccia. Anzi la abbraccia. Si tratta di una cavalla di nome Charlotte, aveva 6 anni. Tutta colpa di un servizio di pattugliamento, che doveva essere come ogni giorno, ma che si è trasformato in una tragedia, per colpa del rumore di una moto che avrebbe spaventato l'animale ingovernabile a quel punto dal poliziotto. 

Lo strazio del cavallo morente e l'abbraccio del 'suo' poliziotto: Charlotte un simbolo (FOTO)
 I due sono stati investiti da un tir e mentre il poliziotto si è trovato lanciato a terra, subendo un grosso impatto che non ha però portato gravi conseguenze se non un colpo alla schiena, per Charlotte è stato letale. Lui, come si vede, si è trascinato da lei, cercando di soccorrerla, e quando ha visto che non c'era nulla da fare l'ha avvolta con il suo grande abbraccio, scegliendo così di starle vicino negli ultimi momenti di vita. Quando sono arrivati i colleghi del poliziotto ed un’ambulanza l'ufficiale Herrejon ha rifiutato i soccorsi per non abbandonare sulla strada Charlotte prima che arrivasse un veterinario che almeno alleviasse il dolore di Charlotte con un anestetico.

Quando hanno caricato su un furgone la cavalla poi si sono accorti che le lesioni riportate alle zampe erano irreparabili, così il poliziotto ha scelto di farle compagnia fino alla fine, e solo allora è salito sull'ambulanza. L'uomo è stato poi curato all'ospedale di Houston, mentre la cavalla si sa verrà sostituita.
Quanto a Charlotte, ecco quanto ha comunicato il distretto di polizia di Houston: “Amava il suo lavoro, ed era sempre pronta a catturare i cattivi mentre ai bambini dedicava una morbida annusata. Ha servito Houston per quattro anni. Ci mancherà”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]