In Italia, ma non al Napoli: ora per Lavezzi è derby Inter-Juve

09 dicembre 2015 ore 15:33, Andrea De Angelis
In Italia, ma non al Napoli: ora per Lavezzi è derby Inter-Juve
Ci sono giocatori che lasciano il segno. Perché, al di là dei numeri, sono in grado di rompere in qualsiasi momento l'equilibrio di una partita. Saltando l'uomo o inventandosi un passaggio fenomenale. Il gol, poi, non la disdegnano di certo pur non essendo bomber di razza. Un identikit questo che porta verso campioni passati e presenti e che sicuramente può essere utilizzato anche per descrivere un certo Lavezzi. 

Il Pocho, come erano soliti chiamarlo in quel di Napoli, è in scadenza di contratto. Un suo ritorno in Italia "è una possibilità". Lo dice Alejandro Mazzoni, suo agente, ai microfoni di Radio Crc. Il sogno dei tifosi è di rivederlo proprio al San Paolo insieme al connazionale Higuain e magari con Insigne. Come dire: Argentina e Napoli, a braccetto.
"Conosco bene Gonzalo Higuain, l'argentino è un grandissimo calciatore, spesso ho cenato con lui e lo vedo a proprio agio a Napoli, mi sembra molto felice in azzurro", dice Mazzoni. Poi le parole più attese, quelle sul futuro di Lavezzi: "Ora è in scadenza di contratto e ha nostalgia dell'Italia, un suo ritorno in Serie A è una possibilità. La prima scelta per un ritorno in Italia è sempre stata il Napoli ma vista la volontàdel presidente vederlo in azzurro non è  una possibilità concreta. Difficile una sua partenza a gennaio, rimarrà a Parigi fino a giugno".

Dunque Lavezzi parte a giugno, sogna il Napoli, ma se tornerà come possibile in Italia lo farà in un'altra squadra. Questo il quadro che emerge, confermato ancor bene da Mazzoni: "Oggi le uniche due, tre squadre che possono prendere Lavezzi in Serie A hanno una forte rivalità con il Napoli e vederlo da avversario potrebbe essere triste per i tifosi azzurri, mi auguro che comprendano le scelte di Lavezzi".
Quali sono queste due, tre squadre? La prima è sicuramente l'Inter. I nerazzurri, specie se centreranno la qualificazione in Champions League, hanno voglia di rafforzare il loro attacco. L'anagrafe di Palacio è un problema, la continuità di Jovetic un altro e non si potrà puntare sempre e solo su Ljajic. Tradotto: per l'Europa serve un numero uno e questo potrebbe essere proprio Lavezzi. 
Stesso discorso per la Juventus che, Dybala a parte, non sembra avere nessuna sicurezza nel reparto offensivo. Certo, l'argentino andrebbe ad alleggerire ulteriormente un attacco che, Mandzukic a parte, ha bisogno di chili e centimetri. Specie se Morata, come sembra, dovesse partire. 
Infine una tra Fiorentina e Roma. Ammesso che si qualifichino in Champions League. I viola non hanno ancora trovato il miglior Giuseppe Rossi, mentre all'Olimpico sognano un tridente formato da Salah, Lavezzi e Dzeko. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]