Lo Spread sale per indebolire Italia e Spagna, gli anelli forti della catena europea

09 febbraio 2016 ore 9:24, Luca Lippi
Vi diranno che la crescita è inferiore al previsto in Europa, l’Europa dirà che la crescita è inferiore al previsto in Italia…fortunatamente rispetto al 2011 abbiamo due autorevoli italiani che fanno scudo, Draghi e Padoan, che per qualcuno potranno anche essere discutibili ma a noi interessa lo spessore “professionale”
Dunque per quante spiegazioni si possano cercare , possiamo anche scrivere fino alla nausea e fare milioni di ipotesi, la salita dello Spread è la cosa più facile del mondo, ora sarà la passerella di analisti pronti a un po’ di visibilità a dare giudizi giacché il loro lavoro nelle banche e nelle Sim sta finendo. La realtà è che in Italia stiamo bene, più che bene, meglio di tutto il resto dell’Europa, e questo fa più rabbia che orgoglio, le banche italiane non possono fare paura rispetto al sistema europeo, semmai è l’Europa che ci fa da zavorra, e in questo abbiamo al fianco sia il Governatore che il Ministro delle Finanze. 

Lo Spread sale per indebolire Italia e Spagna, gli anelli forti della catena europea
Per chi ha memoria corta è lo stesso giochino del 2011, colpa del fatto che i nostri titoli di stato sono nella pancia di banche nemiche, ma niente paura….solo un vero grande pericolo, potrebbero forzare lo scatto delle clausole di salvaguardia, e qui c’è tutta la responsabilità del governo che non ci ha messo totalmente al sicuro manifestando per primi loro che la politica adottata è sul filo di lana. 
Intelligonews non ha mai mentito, sono due anni che scrive sull’inutilità dello Spread che è solamente uno spauracchio per pavidi, il problema è invece il contesto globale che dovrebbe preoccupare gli addetti ai lavori, e gli addetti ai lavori dovrebbero temere se stessi, spostano enormi masse di denaro cercano investimenti sicuri come ad esempio, i titoli di Stato americani, i Gilt inglesi e, appunto, i bund tedeschi, e vendono i titoli dei Paesi periferici della zona Euro come i Btp e i Bonos spagnoli. Se questi sono gli esperti, risparmiatori aprite gli occhi, non è l’Italia il problema e neanche il sistema bancario italiano, il problema è la catena europea che ha maglie deboli e per non farla spezzare devono indebolire l’anello forte che presumibilmente può causare la rottura e che vogliate crederlo o no è l’Italia! 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]