Papa Francesco, Camillo Langone: “Su Bonino il Papa ha ragionato da politico: è un calcolo”

09 febbraio 2016 ore 12:19, Andrea Barcariol
Intervistato da IntelligoNews, Camillo Langone, scrittore e giornalista, non usa giri di parole per bocciare le frasi di Papa Francesco su Emma Bonino e Giorgio Napolitano definiti, durate un incontro a Casa Santa Marta, “tra i grandi dell’Italia di oggi”.

Si sta discutendo molto delle parole di Papa Francesco soprattutto in riferimento al passato di Emma Bonino. E’ rimasto sorpreso da questa affermazione?


«Non solo per il passato, anche per il presente. La Bonino è una persona che ha costruito la sua carriera politica sull’aborto di massa, quindi è lì perché è abortista, questo non è un fatto accessorio o un dettaglio. Il Papa è un gesuita e avrà agito secondo qualche ragionamento politico che a me sfugge. Il mio giudizio su Emma Bonino è pessimo, è tragico, oggi su Il Foglio l’ho confrontata con Costanza Miriano che è la più grande italiana vivente perché lei, al contrario della Bonino che è una donna di morte, ha salvato molti bambini, molte famiglie attraverso i suoi libri, le sue conferenze convincendo tante donne a non divorziare e a non abortire ».

Crede che sia stato un errore dovuto alla mancanza di informazioni sulla Bonino o una scelta precisa di Papa Francesco?


Papa Francesco, Camillo Langone: “Su Bonino il Papa ha ragionato da politico: è un calcolo”
«E’ sicuramente un calcolo, non ci sono errori. Non esiste la roba: “Ah non lo sapeva”, è un calcolo che a me sfugge e non interessa neanche. Sono cattolico e non sto a discutere, per me Emma Bonino non è una grande italiana ma una italiana minuscola che ha rimpicciolito l’Italia non solo demograficamente parlando».


Invece per quanto riguarda Napolitano il Papa ha parlato di “un gesto di eroicità patriottica” in riferimento al sì per il secondo mandato. Cosa ne pensa?

«Di Napolitano mi sono quasi dimenticato dell’esistenza, non riesco neanche a giudicarlo, è una materia archeologica mentre Emma Bonino è una materia ancora viva. Napolitano secondo me è un personaggio minore, di nessun significato storico, fa parte della storia delle istituzioni che a me non interessa minimamente mentre la Bonino rappresenta un momento di snodo della storia dell’Italia».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]