730 sempre più pre-complicato, la tessera sanitaria diventa un problema

09 febbraio 2016 ore 12:21, Luca Lippi
Oggi è l'ultimo giorno per l'invio delle spese mediche e sanitarie e si richiede con forza ancora la proroga. 
Sono tre le date da tenere ben presente in riferimento al 730 precompilato 2016. La prima è quella di oggi quando medici, farmacisti e strutture sanitarie devono comunicare i dati relativi alle spese mediche al Sistema tessera sanitaria. I dati che confluiscono nel sistema vengono poi automaticamente inseriti nel modello 730 precompilato dei contribuenti. Si tratta della principale novità del nuovo 730 precompilato. Non sembrano esserci i tempi tecnici per la concessione di un'ulteriore proroga dei tempi da parte dell'Agenzia delle entrate, eppure c'è chi manifesta ancora la propria contrarietà.

730 sempre più pre-complicato, la tessera sanitaria diventa un problema
I problemi sono tanti, troppi, a tratti incomprensibili poiché sono problemi tecnici. Stando al presidente dell'Associazione nazionale commercialisti, ad esempio, il portale del Progetto Tessera Sanitaria è destinato ad andare in tilt per via dei numerosi accessi, "condizione questa che viene confermata quando ci si rivolge al numero verde di assistenza che è stato istituito". In questo contesto sono interessanti le informazioni del Caf Acli sui modelli 730 dello scorso anno, secondo cui circa il 70% dei contribuenti su dieci ha compilato il rigo E1, quello delle spese sanitarie. E di questi, circa il 90% ha portato in detrazione scontrini farmaceutici. 
Anche per quest'anno è stata confermata l'esclusione dell'inserimento delle spese farmaceutiche relative ai prodotti da banco. Nel 730 precompilato 2016 debuttano anche le detrazioni per spese universitarie, spese funebri, previdenza complementare e prima rata dei bonus per lavori in casa e risparmio energetico. I soggetti interessati dovranno procedere all'invio entro il 29 febbraio. Infine, i sostituti d'imposta ovvero datori di lavoro ed enti, dovranno inviare telematicamente entro il 7 marzo le certificazioni uniche dei redditi all'Agenzia delle Entrate. 
Ai contribuenti, invece, il modello dovrà essere consegnato entro il 29 febbraio. In buona sostanza fra la cernita dei farmaci da banco e internet che proprio non ne vuole sapere di far transitare il traffico dati causa l’intasamento, il 730 precompilato agevola la vita dei funzionari dell'Agenzia delle Entrate, ma non dei contribuenti. 
L'aver passato la tessera sanitaria ad ogni spesa fatta lo scorso anno non sempre garantirà una detrazione: se avete comprato un banale farmaco da banco, tipo un'aspirina, farete bene a tenere lo scontrino (se ce l'avete ancora), perché il sistemone non li considera. Escluse anche le spese per psicologi, fisioterapisti e prestazioni mediche fatte da professionisti senza partita Iva, morti o ritardatari nella trasmissione dei dati. 
In sostanza, forse, sarà meglio ricominciare tutto da capo dal prossimo anno, per quest’anno la Regione festeggia i ricavi da confusione nei quali inevitabilmente cadranno milioni di italiani.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]