Adinolfi: “Elton John, Conti ricordi che 85% è contro utero in affitto. Grande italiana? Paola Bonzi”

09 febbraio 2016 ore 14:02, Andrea Barcariol
Da Elton John a Sanremo alla narrazione della famiglia nei mass media, passando per le parole di Papa Francesco di ieri su Napolitano ed Emma Bonino. Mario Adinolfi a tutto campo intervistato da IntelligoNews su alcuni dei temi caldi.

Oggi in un’intervista la giornalista Costanza Miriano ha detto che tv, giornali e cinema “disprezzano la famiglia”. Condivide questo pensiero e vuole aggiungere qualcosa?

«Sono assolutamente d’accordo, c’è una narrazione delle dinamiche familiari naturali che è ogni volta negativa e tendente a cercare il morboso».

Qualche esempio concreto?


«Ci sono state una serie di trasmissioni dove viene sempre raccontata la dimensione deteriore dei rapporti familiari uomo-donna. Esistono una serie di fiction dove la famiglia felice ormai è solo quella in cui ci sono trans e omosessuali, mentre la famiglia naturale viene narrata come qualcosa di arcaico. Il futuro e il bene risiedono nell’alterazione dei ruoli sessuali. Basta pensare che in questo momento in America la donna dell’anno è un uomo che si chiama Bruce Jenner, campione olimpico di decathlon che si è sposato 3 volte e ha avuto 6 figli. Ora, 64enne, ha dichiarato di essersi sempre sentito donna. Siamo a un’inversione incredibile della realtà e dei ruoli».

Adinolfi: “Elton John, Conti ricordi che 85% è contro utero in affitto. Grande italiana? Paola Bonzi”
Oggi in Senato si apre la discussione sulle unioni civili e stasera in apertura del Festival di Sanremo ci sarà Elton John, simbolo dei matrimoni omosessuali e delle adozioni di figli con madre surrogata. Sul palco dell’Ariston, per par condicio, invoca anche un esponente del Family Day?


«Non chiedo riequilibri in classico stile Rai, mi hanno spiegato che la Rai ha cambiato verso con Campo dall’Orto plenipotenziario renziano, mi aspetto quindi un Festival che si ricordi che i cachet di Elton John e Nicole Kidman, che hanno scelto la strada illegale in Italia dell’utero in affitto, sono pagati dalle famiglie italiane. Se il canone Rai in bolletta serve per pagare persone che per la nostra legge hanno fatto delle pratiche criminali è normale rimanere sorpresi. Mi auguro che Carlo Conti ricordi che queste pratiche fanno diventare i bambini oggetti di compravendita e sfruttano le donne. Mi auguro, inoltre, che Conti tenga presente che l’85% degli italiani è totalmente contrario a queste pratiche, proprio ora in discussione in Senato con il ddl Cirinnà. Su questo fronte ci vuole un po’ di delicatezza e di intelligenza, l’atto compiuto dalla Rai mi è sembrato molto prepotente e un filino stupido».

Papa Francesco ha definito Emma Bonino e Giorgio Napolitano “tra i grandi dell’Italia di oggi”. Condivide questo pensiero soprattutto in riferimento all’esponente radicale?


«Ho letto resoconti giornalistici e non ho ascoltato Papa Francesco pronunciare queste parole. Ormai ho imparato a non fidarmi del giornalismo italiano, comunque sicuramente se dovessi indicare una grande italiana farei il nome di Paola Bonzi, una donna che attraverso il suo impegno nel Centro di Aiuto alla vita ha fatto nascere 12.500 bambini e non una che ha contribuito a sopprimerne molti».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]