Della Vedova: "Bene il Papa. Emma Bonino ha sconfitto l'aborto clandestino, è l'Occidente"

09 febbraio 2016 ore 16:49, Andrea De Angelis
Papa Francesco annovera Emma Bonino "tra i grandi italiani di oggi". Intanto l'Italia discute del ddl Cirinnà mentre a Sanremo arriva come ospite principale della prima puntata il cantante Elton John, noto non solo per le sue straordinarie doti artistiche, ma anche perché insieme al suo partner ha avuto un bimbo nato da una madre surrogata in California il giorno di Natale del 2010. IntelligoNews ha parlato di questo con Benedetto Della Vedova, Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale...

Della Vedova: 'Bene il Papa. Emma Bonino ha sconfitto l'aborto clandestino, è l'Occidente'
Che effetto le hanno fatto le parole di Papa Francesco su Emma Bonino? C'è chi, come Giulietto Chiesa in una nostra intervista, le ha definite stonate...
"Un riconoscimento che mi ha fatto molto piacere, senza per questo voler strumentalizzare le sue parole. La motivazione l'ha detta il Papa dicendo a chi sottolinea come si tratti di gente che la pensa in modo diverso che conta quello che fanno...".

Dunque la biografia politica?
"Sì, come quella di Marco Pannella la sua è una biografia di chi ha sempre lottato e fatto iniziativa politica per l'affermazione del diritto e della libertà. Di tutte le libertà, compresa quella religiosa. Questo è il riconoscimento. Stiamo parlando di una donna laica, l'ha detto il Papa: conta quello che uno fa e continua a fare. Ovvero promuovere la libertà e i diritti umani nel mondo. Credo che sia una cosa importante e mi ha fatto un immenso piacere sentire quelle parole". 

Emma Bonino è stata in prima linea anche per il diritto all'aborto. 
"Io so che lei e i Radicali si sono sempre battuti contro l'aborto clandestino in favore della sua legalizzazione. Nessuno di noi ha mai fatto propaganda pro aborto. Tra l'altro i dati dimostrano che le interruzioni di gravidanza non sono aumentate, non è successo quello che paventano coloro i quali non fidandosi delle donne pensavano che ci sarebbe stato un ricorso massiccio all'aborto. Bisognava sconfiggere l'aborto clandestino che c'era e c'era sempre stato con una legge civile e ancora oggi c'è il tema di assicurare la possibilità in tutta Italia di abortire laddove la legge lo preveda. Cosa che non sempre succede". 

Venendo a Sanremo, c'è chi dice che l'arrivo di Elton John è un po' studiato ad arte visto il dibattito sulle unioni civili in Italia. Lei come la vede?
"Elton John prima di essere un omosessuale è un grande cantante (ride, ndr). Credo che la polemica sia fuori luogo come lo sarebbe stato il fare una polemica per un cantante eterosessuale. Inoltre immagino che abbiano preso contatti con lui quando si pensava, e lo pensavo anch'io, che il dibattito sulla legge Cirinnà fosse già esaurito da tempo. Poi ritarda che ritarda le due cose coincidono, ma la polemica è fuori luogo". 

Lei prima ha parlato di libertà della Bonino, possiamo dire che è la stessa di Elton John? Un nuovo modello culturale ed etico che avanza, una società diversa da quella del passato?
"Credo che quando noi diciamo, ed io mi riconosco totalmente in questa fase, che dobbiamo difendere i valori dell'Occidente, dobbiamo difendere la capacità di riconoscere spazi di libertà e di responsabilità personale. Lo è stato sul divorzio e sull'aborto e lo è oggi sulle coppie omosessuali. Questo è l'Occidente: la capacità di dare regole che garantiscano la libertà e la responsabilità dell'individuo senza discriminazioni".
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]