Charlie, le parole di Hollande durante la maxi caccia all'uomo: "Sotto choc, proteggeremo cittadini"

09 gennaio 2015 ore 11:29, Andrea De Angelis
Hollande ha parlato durante le operazioni in corso a Dammartin-en-Goele. "La Francia sta vivendo un momento di prova. Un giornale è stato attaccato perché rappresenta la nostra libertà. La Polizia è stata attaccata perché rappresenta la Repubblica", ha esordito.   Hollande   "La Francia è sotto choc, le operazioni sono ancora in corso", ha proseguito il Presidente, ricordando poi le parole pronunciate due giorni fa subito dopo la strage. "Ho fatto appello all'unità nazionale che non è uniformità, ma è rispetto e difesa di ciò che abbiamo in comune". Hollande ha poi rivelato: "Negli ultimi mesi ci sono stati vari tentativi di attentati che sono stati sventati". Poi ai prefetti: "Voi siete responsabili, voi dovete dimostrare che lo Stato è presente, voi dovete rassicurare la popolazione e schierare tutti i mezzi laddove necessario". Il presidente ha quindi parlato delle manifestazioni: "Dobbiamo fare in modo che ci sia maggiore prevenzione perché può ripetersi quanto accaduto. Prevenzione e informazione, garantendo sempre la sicurezza delle manifestazioni rispettose e dignitose che si svolgeranno". Infine ha concluso: "Controlleremo frontiere, ma è nostra responsabilità garantire diritto d'asilo".  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]