La meningite spaventa ancora la Toscana, raggiunto il 40esimo caso

09 gennaio 2016 ore 8:41, Micaela Del Monte
Non c'è pace per il nostro Paese quando si parla di meningite. Le tendenze del 2015 sembrano confermarsi anche con l'arrivo del nuovo anno e più che un allarme ora quello del meningococco è un incubo. L'ultimo caso riscontrato proviene dall'ospedale di Empoli, ancora in Toscana quindi, dove un uomo di 58 anni è stato ricoverato il 7 gennaio.
 Il quadro clinico dell’uomo, che come accennato è domiciliato nel comune di Fucecchio, ma residente a Massa, è grave e le analisi di laboratorio del Meyer hanno confermato la diagnosi: meningococco di tipo C.

I sanitari del dipartimento di prevenzione di Empoli si sono immediatamente attivati sottoponendo a terapia antibiotica i familiari e le persone con le quali l’uomo, nei giorni precedenti al manifestarsi della malattia, ha avuto contatti ravvicinati, compresi alcuni clienti e gli operatori sanitari. Sono circa 60 le persone che dovranno sottoporsi a profilassi stando alle indagini effettuate dai sanitari empolesi sui contatti stretti del 58enne. Di questi contatti stretti 3 sono di Massa, aggiunge sempre la Asl. Per estrema cautela devono essere sottoposti a profilassi anche i soggetti già vaccinati per meningococco C o quadrivalente (ACWY). Quello di Empoli è il 40esimo caso in Toscana dal 2015 e il primo di Meningite di tipo C del 2016 e nella zona lo scorso ano ci sono stati addirittura tre decessi.

La meningite spaventa ancora la Toscana, raggiunto il 40esimo caso
Per la profilassi di queste persone i sanitari del dipartimento di prevenzione saranno disponibili, domani, in un apposito ambulatorio del Centro direzionale, in via dei Cappuccini 79 a Empoli, dalle 9 alle 12. Messo a disposizione anche un numero di telefono cellulare: 3357804176. L'Asl ricorda inoltre che in base alle recenti indicazioni regionali, "i soggetti identificati come contatti stretti e sottoposti a profilassi, possono eseguire gratuitamente la vaccinazione con vaccino quadrivalente"
Inoltre, in base alle recenti indicazioni regionali, i soggetti identificati come contatti stretti e sottoposti a profilassi, possono eseguire gratuitamente la vaccinazione con vaccino quadrivalente.

Si ricorda che la meningite si diffonde solo per via respiratoria e i contatti con la persona malata devono essere stati molto ravvicinati.  Per contrastare la diffusione del meningococco di tipo C, la Regione Toscana ha messo in atto un’importante campagna di prevenzione, che proseguirà fino al mese di giugno 2016, offrendo la vaccinazione gratuita a coloro che hanno tra gli 11 e i 45 anni di età.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]