Che fine ha fatto Nicole Minetti?

09 gennaio 2017 ore 9:59, intelligo
Di Anna Paratore

Bella è bella. E deve poter contare anche su notevoli quantità di intraprendenza e furbizia per essere diventata in meno che non si dica l’igienista dentale più famosa d’Italia, forse anche d’Europa. Del mondo non sappiamo. In molti le riconoscono anche un certo tocco da “re Mida”, visto il successo di vendite di una maglietta che indossò una volta per una passeggiata in via Montenapoleone, a Milano, e su cui era scritto: “Senza t-shirt sono ancora meglio”- frase provocante. Dunque, una ragazza piena di doti la nostra Nicole.
Nicole Minetti nasce a Rimini, nel marzo del 1985. Crescendo, la prima cosa che si nota in lei è una fisicità dapprima immatura, poi diventa prorompente con o senza qualche aiutino, cosa che la mette inevitabilmente sempre al centro dell’attenzione maschile, cosa che tutto sommato la ragazza tollera con buona creanza. Studia nella città dove è nata e dopo il diploma del  liceo classico, ottiene al laurea di primo livello in igiene dentale presso l'Università Vita-Salute San Raffaele; successivamente ha
Che fine ha fatto Nicole Minetti?
conseguito la laurea di II livello in Scienze delle professioni sanitarie tecnico -assistenziali.  Ed è proprio grazie a questa sua attività che incontra e conosce Silvio Berlusconi, all’epoca non solo proprietario di Mediaset, ma anche uomo politico di grande potere a capo del centrodestra italiano.  
Succede in occasione di un’aggressione di cui Berlusconi è vittima, in Piazza Duomo, quando un individuo gli lancia contro una statuetta della Madonnina, recandogli seri danni all’arcata dentale. Berlusconi, in cura al San Raffaele, incontra così Nicole che in quell’ospedale collabora. La stessa Nicole ricorda quella conoscenza così: “Nella mia famiglia regna il mito di Berlusconi: nel momento in cui me lo sono trovato così vicino, mi sono proposta, come giovane laureanda che aveva voglia di imparare a fare politica.”                   
Dunque, l’intraprendente ragazza ha la fortuna di incontrare Berlusconi. Probabilmente, dopo averla osservata con l’occhio dell’imprenditore televisivo, Silvio crede che per Nicole la TV non sarebbe male. Ecco così che immagina di catapultarla dal mondo dell’igiene dentale a quello rutilante dello spettacolo d’evasione. In realtà non è così. Per evitare che qualcuno la tratti da raccomandata, la Minetti può dire di aver già fatto all’epoca l’esordio TV sia  sulle reti RAI che su quelle Mediaset. 
Infatti, dal settembre 2007 al giugno 2008 era già stata la valletta di Scorie, trasmissione satirica condotta da Nicola Savino su Rai 2. Sempre su Rai 2 aveva debuttato qualche tempo prima come inviata per Stelle e note di Natale sotto la direzione artistica di Luciano Silighini Garagnani. Quindi, per dirla tutta, Berlusconi non fa poi questo miracolo e non è lui a sdoganarla nel mondo dello spettacolo nemmeno a Mediaset, perché lei ha già ricoperto un ruolo nella trasmissione "Hit Model" nella primavera del 2009, per poi passare a Colorado Cafè su Italia 1.   Possibile che Berlusconi non lo sapesse e non si fosse mai accorto di lei prima di quell’incontro al San Raffaele? I diretti interessati negano, ma qualche dubbio ai maligni lo fanno venire.  
Comunque, Nicole è bella, spigliata, si muove con grazia, sa sfilare, ma non è il mondo dello spettacolo quello che l’attira davvero. Lei vuole fare carriera in politica, e finalmente riesce a veicolare questo suo non segreto desiderio a Silvio Berlusconi.  Il Cavaliere la valuta, e deve riconoscere che la ragazza è brava, non si perde davanti alle sfide, e può – sempre secondo il signore di Arcore – ben rappresentare le istanze di Forza Italia. Così, viene piazzata nel listino in occasione delle elezioni regionali 2010 in Lombardia. Essere nel “listino” garantisce ai candidati l’automatica elezione in caso di vittoria del candidato Presidente a cui il listino è collegato. Detto fatto, Nicole si ritrova consigliera della Regione Lombardia, suscitando, bisogna dirlo, non poche chiacchiere e parecchi malumori soprattutto su chi non ce la fa e resta fuori, altri candidati di Forza Italia magari più “titolati” di lei.    
Può una ragazza che non si è mai occupata di politica, igienista dentale, al limite velina in TV, ricoprire con capacità un ruolo importante come quello di consigliere della regione Lombardia? Secondo Berlusconi, sicuramente sì, e Formigoni lo fa presente a chi si lamenta con lui per l’elezione della Minetti.
Lei, da parte sua, racconta di darsi un gran daffare, di occuparsi soprattutto di sociale, dei problemi dei bambini disagiati, ma sono pochi quelli che la vedono di buon occhio. E la cosa peggiora ulteriormente nel 2010, quando anche la Minetti insieme a Berlusconi si trova coinvolta nel Ruby-gate. Nonostante la difesa, Nicole viene condannata in primo grado dal Tribunale di Milano nell'ambito del processo Ruby bis a 5 anni di reclusione e all'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni con l'accusa di favoreggiamento alla prostituzione. Nel 2014 la corte d'appello riduce la pena a 3 anni di reclusione, concedendo di fatto alla Minetti la possibilità di chiedere una misura alternativa alla detenzione presso la magistratura di sorveglianza. 
Finisce così l’avventura politica della bella igienista dentale che dopo aver riempito quotidiani e riviste di gossip per almeno 2 anni, comincia lentamente a scivolare nell’anonimato. Torna per un periodo alla ribalta per un fidanzamento con il figlio di Gigi D’Alessio, ma poi la storia finisce e di lei di nuovo non si parla più.  A questo punto Nicole, che non è mai stata una sciocca, capisce che per lei in Italia non c’è molto, così dopo alcuni abili ritocchi dal chirurgo plastico che le rinverdiscono il volto comunque giovane e bello, si trasferisce alle Baleari e precisamente a Ibiza dove inizia una promettente carriera da dj nelle più quotate discoteche dell’isola e, dalle notizie che da lì arrivano, pare proprio che tutto le vada a gonfie vele.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...