De Luca l'incompatibile resiste a Salerno. Solo con Bersani rapporti ottimi

09 luglio 2013 ore 10:57, intelligo
De Luca l'incompatibile resiste a Salerno. Solo con Bersani rapporti ottimi
Il consiglio comunale di Salerno ha votato a maggioranza l'incompatibilità del sindaco Vincenzo De Luca con la carica di viceministro. Per l'incompatibilità si sono espressi 23 consiglieri, quattro contro e cinque si sono astenuti. De Luca, che è viceministro alle Infrastrutture, non era presente in Aula. In realtà, però, questo voto non farà da preludio alle dimissioni. Ci sarà, infatti, un'altra convocazione dell'aula per le sue deduzioni e l’invito dell’assise ad optare per una delle due cariche. In un terzo consiglio si avrà il voto finale sulla decadenza. Insomma De Luca ha scelto la strada della burocrazia per tirarla per le lunghe. Il suo obiettivo? Mantenere l'incarico il più a lungo possibile per tentare poi la sfida per la conquista della Regione Campania. In realtà, però, se i rapporti con Pierluigi Bersani sono ottimi non altrettanto si può dire per quelli con le altre correnti di Via del Nazareno. Oggi, come rivelato dal Corriere del Mezzogiorno, De Luca ha anche tentato una convocazione alle 16 al Pd regionale. Ma la riunione è stata poi sconvocata e il summit tra il viceministro alle Infrastrutture, i parlamentari campani, i consiglieri regionali e i dirigenti del partito è saltata. Il sindaco-viceministro vuole a tutti i costi la rivincita del duello del 2010, che lo vide sconfitto dall’attuale governatore Stefano Caldoro. Bersani vorrebbe ufficializzare la scelta al più presto ma deve prima verificare che ci sia sufficiente sostegno per questa candidatura. E chiudere le porte ai mille spifferi sarà tutt'altro che facile.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]