Contro l'Alzheimer l'insulina si spruzza nel cervello: nanoparticelle nebulizzate

09 marzo 2016 ore 7:46, Andrea De Angelis
Si chiama “nanogel” e sa trasportare l’insulina dritto al cervello e combattere così l’Alzheimer senza provocare effetti collaterali. Il tutto attraverso uno spray nasale. E’ la clamorosa scoperta dei ricercatori dell’Istituto di biomedicina ed immunologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibim-Cnr) di Palermo e pubblicata sulla rivista Biomaterials. Ma cosa succede adesso ai pazienti colpiti da Alzheimer? Sono ancora gli esperti a spiegarlo quando dicono che così come accade per chi soffre di diabete, anche i malati di Alzheimer (più noto nella comunità scientifica come 'Diabete di tipo 3') sono in grado di sviluppare nell’organismo un sistema che resiste all’insulina cerebrale, fattore di rischio per l’evoluzione della malattia. Ma il “nanogel” è in grado di migliorare le facoltà cognitive dei pazienti, stoppando la neurodegenerazione. In pratica, si tratta di nanoparticelle polimeriche capaci, come tanti vettori, di trasportare l'insulina direttamente al cervello. In questo modo, si evitano gli effetti collaterali provocati dalle terapie tradizionali. Lo studio ha visto la collaborazione dell’Istituto di biofisica del Cnr (Ibf-Cnr) di Palermo e i Dipartimenti di ingegneria chimica, gestionale, informatica, meccanica e di fisica e chimica dell'Università palermitana.

Contro l'Alzheimer l'insulina si spruzza nel cervello: nanoparticelle nebulizzate
Il team di ricercatori, dunque, ha prodotto una sorta di meccanismo per la preparazione dello spray intranasale. “Questa somministrazione è una strategia alternativa per superare la barriera emato encefalica (Bee) ed arrivare più velocemente al cervello, tramite la mucosa olfattoria e bypassando la periferia, dove potrebbe produrre effetti indesiderati”, sottolinea Marta Di Carlo, dell’Ibim-Cnr. La scoperta acquista un doppio valore perché secondo gli studiosi, il “nanogel” potrebbe rappresentare l’avvio di una terapia altamente innovativa nella lotta all’Alzheimer. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]