J-Ax lascia The Voice. L'ultima via crucis di un giudice nei talent show

09 novembre 2015 ore 11:54, intelligo
J-Ax lascia The Voice. L'ultima via crucis di un giudice nei talent show
Il mestiere del giudice in un talk è “stressante” si sa. Pressing e telecamere sempre puntate. Da X-Factor ad Amici passando per The Voice, nella lunga sequela dei programma che va a caccia di talenti, le discussioni e talvolta le risse, sono all’ordine del giorno. Tanto che, i più maliziosi tra gli addetti ai lavori, sospettano da sempre che la litigata tra giudici in diretta tv mentre il concorrente resta col patema sul palcoscenico per sapere se andrà avanti o si fermerà lì, sia una trovata mediatica per tenere viva e alta l’audience. 

Questa volta a dire addio alla poltrona di giudice è un rapper molto amato: J-AX. Non sarà più nel cast di The Voice, il talent di Rai2. Lo annuncia lui stesso: “Ho deciso di non rifare il talent di Rai2 'The Voice”.?Perché? La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso per il famoso d-j, al secolo Alessandro Aleotti, sarebbe stata quello che lui definisce “il comportamento poco limpido nei miei confronti da parte della produzione che ha creato un clima poco rassicurante e spiacevole, tanto da pregiudicare la mia partecipazione alla nuova edizione del programma”, come riporta l’AdnKronos. Seguono i saluti e i ringraziamenti alla Rai, al direttore di rete Angelo Teodoli e al capostruttura di Raidue Fabio Di Iorio “che hanno creduto fortemente in me e con i quali ho instaurato un rapporto di reciproca stima e fiducia che ci ha permesso di condividere i contenuti e lavorare in sintonia”. Firmato J-Ax. 

CONTROREPLICA. Botta e risposta. La produzione del programma di Rai2 rispedisce le accuse al mittente: “Apprendiamo con serenità e rispetto la decisione di J-Ax di non rendersi disponibile a partecipare alla prossima edizione di The Voice. Al momento, tra l'altro, la sua presenza al programma da parte della produzione non era confermata e questo crea una fortunata convergenza di intenti”, scrivono Marco Tombolini e Pasquale Romano di Talpa Italia (la società produttrice e detentrice di The Voice of Italy) in una nota nella quale aggiungono che “Pur riconoscendo e riconfermando la stima e il valore professionale di J-Ax anche aldilà della sua performance in 'Sorci Verdi' -aggiungono i produttori- crediamo che The Voice tragga la sua linfa in gran parte dal dinamismo e dalla creatività dei coach. Dopo due anni, questo apporto da parte di J-AX non sarebbe stato del tutto scontato. Certo invece è forse lo spirito provocatorio di J-Ax che, come molti artisti che vogliono fare gli indipendenti, i 'Sorci Verdi' li fanno vedere solo a reti televisive, produttori e format che hanno garantito loro visibilità rispettando le loro doti artistiche. Ci riferiamo anche alle parole poco eleganti e gratuite nei confronti di The Voice usate recentemente da Alessandro durante la sua trasmissione”. Querelle finita? Chissà.

I GIUDICI LITIGIOSI. In attesa di capire se quella di J-AX sarà davvero l’ultima parola, vale ricordare la carrellata di episodi analoghi che quasi puntualmente ogni anni scatta allo scoccare del talent di turno. Sul palcoscenico di XFactor, lo scorso ottobre, va in scena la discussione piuttosto animata tra Mika, Elio, Fedez e Skin a causa del giudizio su una concorrente che viene salvata. La discussione tra i giudici, seguita anche dal dibattito con i concorrenti che in quell’occasione non risparmiarono critiche, fece balzare in avanti l’audience del programma. 

Un mese prima a Italia's got talent (sulle reti Mediaset) è la volta della litigata tra i fratelli gemelli di Terni, in competizione con una esibizione e il giudice Rudi Zerbi. Secondo quanto riporta Il Giornale, i fratelli presentati come cabarettisti, e imitatori dei “Blues Brothers”, dopo 2 battute, e prima di iniziare l'esibizione vengono stoppati dal pulsante di Maria De Filippi, mentre Jerry Scotti li tiene in gioco. Ma Zerbi li “stronca” alla fine della performance. I fratelli gemelli ci restano male e si mettono a contestare il trio dei giudici. 

Per non parlare poi delle ‘uscite’ del giudice Morgan durante le edizioni di XFactor dalla quale uscì sbattendo la porta e sentenziando che i “talent sono la tomba della creatività”. Infine nel maggio scorso, chi non ricorda la litigata accesa tra Loredana Bertè e Renato Zero? Amici da sempre, nemici sul palco nei panni dei giudici del talent di Maria De Filippi “Amici”. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]