Lo scempio in Alta Val Susa, una discarica abusiva tra le Alpi: è il Parco-spazzatura?

09 novembre 2015 ore 14:59, intelligo
Lo scempio in Alta Val Susa, una discarica abusiva tra le Alpi: è il Parco-spazzatura?
Passeggiare in Borgata Champlas Seguin, nel Comune di Cesana Torinese, e scoprire una discarica abusiva tra i monti? E' possibile. Non solo. E' la scoperta del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino che si è trovato di fronte a 10 mila metri quadri di spazzatura "illegale": si va dalle cucine ai frigoriferi, dalle reti metalliche a un gruppo elettrogeno, dalle cucina ai letti in ferro. Per non parlare delle "sempreverdi" bombole di gas. 

Reati ambientali e attività illecite indovinate dove? Parliamo di un Parco (geologico) e quindi di un territorio protetto, dichiarato tale da un governo nazionale, che viene preservato e tutelato da norme specifiche dallo sviluppo umano e dall'inquinamento. 
Ma non dalla immondizia? Pare di no, e poco lontano dalle rocce rosse che colorano la zona del ritrovamento, è facile trovare oltre alle sedimentazioni di organismi marini di duecento milioni di anni fa qualche buccia di banana magari, a testimoniare che l'oceano franco-provenzale originario è diventato non solo zona alpina ma anche zona di rifiuti. 

Le vergogne italiane proseguono e neanche gli studi scientifici salvano più le aree protette e come in questo caso oggetto di un progetto denominato “I monti nati dal mare”. Alla fine, carriole, frigoriferi, tv e cucine sono stati oggetto di un sequestro delle Fiamme Gialle della Compagnia di Susa che insieme alla collaborazione dell'Arpa Piemonte e della Polizia Locale di Sestriere sono riusciti a bloccare lo scempio e a liberare il sentiero che da Champlas Seguin attraversa i monti fino al Sansicario.

Oggetti abbandonati in maniera abusiva che hanno fatto scattare la segnalazione alla Procura della Repubblica di Torino.  

(m.m.)

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]